Sarah, la Cassazione conferma l’ergastolo per Sabrina e Cosima

La Cassazione mette la parola fine al caso dell’omicidio di Sarah Scazzi. Ergastolo per Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano, ha stabilito la prima sezione penale della Cassazione confermando la sentenza di primo e secondo grado per la morte di Sarah Scazzi ad Avetrana il 26 agosto 2010.

53935_LGG_20130422_30011_valentina_misseri

La I sezione penale della Cassazione ha confermato anche la condanna a otto anni per Michele Misseri per la soppressione del cadavere di Sarah Scazzi, morta ad Avetrana il 26 agosto 2010. La Corte ha poi ritoccato al ribasso di un anno la pena per il fratello di Michele, Carmine Misseri, riducendola a quattro anni e 11 mesi. Con la condanna definitiva da parte della Cassazione a otto anni di carcere per soppressione di cadavere scatteranno le manette per Michele Misseri, attualmente a piede libero. Nel confermare gli ergastoli il collegio della Cassazione al termine della camera di consiglio ha leggermente ridotto, escludendo l’aggravante del numero di persone in concorso per la soppressione del cadavere di Sarah, l’isolamento diurno per Cosima e Sabrina. Ha anche confermato le condanne per Vito Russo e Giuseppe Nigro per favoreggiamento.

L’AVVOCATO: LA FAMIGLIA DEVE TROVARE PACE «Oggi si chiude questa dolorosissima pagina giudiziaria. La famiglia ha bisogno di trovare pace». Lo ha detto l’avvocato Walter Biscotti, legale di parte civile nel processo per la morte di Sarah Scazzi. «Voglio ricordare – ha detto l’avvocato – i 40 giorni in cui una madre disperata ha girato le televisioni per ripetere gli appelli per la figlia scomparsa. Concetta ha avuto un ruolo determinante in questa vicenda». Biscotti ha quindi ringraziato la procura di Taranto, che ha avuto coraggio nel proseguire sulla sua strada, nonostante le confessioni di Michele Misseri: «Noi siamo convinti, come la procura, che Michele Misseri non ha commesso l’omicidio».

IL FRATELLO CLAUDIO «Secondo me è una sentenza giusta, netta ed equilibrata, fatta sulla base di prove certe e di un lavoro che non è durato un mese o un anno ma tanti anni, da parte di persone fortemente motivate che hanno fatto una cosa eccezionale». Lo ha detto Claudio Scazzi, fratello di Sarah, commentando con i giornalisti la sentenza della Corte di Cassazione che ha confermato la condanna all’ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano per l’omicidio della sorella, avvenuto ad Avetrana il 26 agosto del 2010. Insieme a lui a Roma, ad attendere il pronunciamento, c’era anche il padre Giacomo. «Secondo me tutto il Paese – ha aggiunto – deve ringraziare le persone che hanno lavorato a questo caso che hanno dimostrato che in Italia la giustizia c’è, magari non sempre, ma ogni tanto c’è».Claudio Scazzi ha confermato che la madre, Concetta Serrano Spagnolo, che si trova ad Avetrana, è stata informata della sentenza. «Anche lei si è sempre affidata alla Procura – ha detto – e siamo stati sempre fiduciosi nel loro lavoro. In Italia ci sono persone che lavorano con coscienza e poi i risultati arrivano. Sarah ha ricevuto giustizia».

Aida Yespica innamorata, ritorno in Italia col fidanzato Enrico Romeo

E’ ormai una coppia consolidata quella formata da Aida Yespica e l’imprenditore  Enrico Romeo.

1487676591_aida_1 (1)

Dopo la fine della lunga e tormentata relazione col finanziere Robert Jenkins, l’ex isolana ha ritrovato l’amore col nuovo compagno, con cui vive fra Miami e l’Italia.
I due, ormai inseparabili, sono sati fotografati a Milano, mentre passeggiano romanticamente per la città.

50 sfumature di nero, trovati cetrioli nelle sale cinematografiche dopo la proiezione

Nelle sale dei cinema di vari paesi dove in questi giorni viene proiettato ’50 sfumature di nero’ si stanno moltiplicando i ritrovamenti di cetrioli tra le poltroncine. Sul web ci si domanda: reali giochi erotici in sala o astute mosse di marketing?

94b363b5-e5a3-42b6-9195-5bfed8c1315d

 

Il dubbio è sorto quando un multisala australiano, l’Hayden Orpheum di Cremorne, nel Nuovo Galles del Sud, ha pubblicato la foto di un cetriolo ritrovato in sala dopo la proiezione del secondo capitolo della saga scritta da E. L. James. In molti, commentando il post, avevano sostenuto che si trattasse di semplice marketing su Facebook. Altri, invece, si sono soffermati sul fatto che chi aveva raccolto il cetriolo lo avesse fatto senza guanti (e come dar loro torto?).
Poco dopo, in un nuovo post, il cinema ha spiegato che probabilmente si era trattato di qualche scherzo goliardico di un gruppo di giovani giunto in massa per vedere il film. Una ragazza, su Twitter, ha però fatto notare che in Norvegia, pochi giorni prima, era successo un episodio del tutto simile, ma con la presenza di ben due cetrioli. Il dubbio, quindi, rimane.

“Togliete il passerotto a Del Piero”: gli animalisti contro lo spot

Una singolare polemica è stata innescata dall’associazione animalista AIDAA, che chiede il ritiro dello spot che vede protagonista Alex Del Piero, con il famoso uccellino: “Lo spot dell’acqua Uliveto è diseducativo oltre che francamente stucchevole per l’uso che si fà del passerotto come se si trattasse di un essere stupido che ripete con voce irreale quello che dice Del Piero, ma sopratutto per la chiosa finale dove con sarcasmo di basso livello l’ex campione juventino annuncia di voler comperare un gatto non tanto per amarlo e coccolarlo, ma per darle in pasto il povero passero. Uno spot cosi andrebbe quantomeno ritirato”.

Canzone Uliveto pubblicità con Del Piero e uccellino - Musica spot Febbraio 2017 (6)

A parlare cosi è il presidente AIDAA Lorenzo Croce, da tempo impegnato nel contrastare anche l’uso improprio degli animali e del linguaggio negli spot pubblicitari. “Questo della Uliveto contiene almeno tre paradossi, due relativi al passero che passa dal cinguettio alla parlata umana e che viene apostrofato come pappagallo, come se questo animale fosse uno stupido ripetitivo e uno inerente il gatto ridotto a cacciatore di uccellini parlanti, una roba che non si può vedere per il rispetto degli animali ma anche per l’esempio diseducativo che trasmette”. “Una cosa – conclude Croce- è l’uccellino che cinguetta, altro un passero che ripete come uno stupido le parole dell’umano. Non ci siamo proprio e mi meraviglio che uno come Del Piero per soldi si presti a recitare simili spot”. AIDAA chiede dunque a Uliveto di ritirare lo spot considerato diseducativo e fuorviante e irrispettoso per gli animali.

“Verissimo”, Dayane Mello svela: “Sono innamorata pazza di Bettarini”

Puntata esplosiva, ricca di ospiti e sorprese a “Verissimo” sabato 18 febbraio alle 16.30. Per la prima volta insieme nel talk show di Canale 5 Paola Cortellesi e Antonio Albanese, protagonisti del film “Mamma o papà?”. Silvia Toffanin accoglie in studio anche Dayane Mello, la prima naufraga eliminata dall’Isola dei Famosi che parla per la prima volta dell’amore sbocciato con l’inviato Stefano Bettarini: “E’ amore. Sono innamorata pazza di lui”.

isola-dei-famosi-dayane-mello-stefano-bettarini-800x445

La modella si è confidata in studio: “Durante le dirette televisive non gli parlavo ma lo guardavo sempre e capivo che era a disagio. Poi la mattina dopo la mia eliminazione, io e Stefano abbiamo fatto una corsa sulla spiaggia. Lì ci siamo presi le mani, ci siamo guardati e ci siamo baciati”. E chiosa: “Io non ho tempo per giocare, ho tanto da fare. Quindi, mi raccomando Stefano, io sono qua che ti aspetto”. A suggello di questo amore, dall’Honduras Stefano manda un video messaggio a Dayane in cui dice: “Mi manchi e non poco”. Sembra che la modella brasiliana abbia completamente archiviato il capitolo Mario Balotelli, di cui dice: “Lui non è mai stato un mio ex fidanzato. E’ acqua passata”.
Innamorata e piena di impegni lavorativi si rimprovera di non aver avuto ancora modo di godersi sua figlia Sofia. “Non voglio essere con mia figlia come mia madre è stata con me – confessa -. Mia mamma è per me come una sconosciuta. Ho l’immagine degli uomini che portava a casa. Lei ha fatto una vita un po’ da prostituta”.
Ma non solo la Mello sarà ospite di Silvia Toffanin. E’ stato il grande assente dell’ultima edizione di Sanremo. A Verissimo ci sarà anche il mitico direttore d’orchestra Peppe Vessicchio parla di musica e della sua vita. Infine, direttamente da Madrid, il nuovo protagonista della soap “Il Segreto” il misterioso Hernando Dos Casas, (Angel De Miguel).
Sarà poi il turno di Vladimir Luxuria, che racconterà a cuore aperto il suo passato difficile. “C’è stato un periodo buio nella mia vita in cui volevo farla finita. Pensavo che quelle come me non avessero un futuro. E’ stato un momento di depressione, ho abusato di sostanze stupefacenti, mi stordivo per dimenticare, in una sorta di morte bianca, di suicidio dilazionato”. “Grazie alla sofferenza che ho provato, oggi posso capire meglio quella degli altri e posso dire ‘Anch’io vado bene in questo mondo’. Io – prosegue – sono riuscita a superare questo periodo buio grazie all’aiuto delle mie sorelle e grazie alla pratica del buddismo”. Vladimir Luxuria parla anche del suo rapporto con la chiesa e confessa: “Fin dall’infanzia ho sempre avuto una grande spiritualità, frequentavo la parrocchia. Mio malgrado, a un certo punto ho dovuto scegliere tra la Chiesa e me e ho scelto me stessa e il buddismo mi ha aiutata. Poi, – chiosa – ho avuto la fortuna di conoscere Don Gallo che mi ha insegnato che Gesù non discrimina le persone, che c’è posto anche per me e che anch’io ho diritto alla mia fede”.

Elisabetta Canalis balla e le “canta” a Maddalena Corvaglia: “Sei una str…”

Siparietto esilarante per Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia. La prima cerca di imitare una collaboratrice che si muove sinuosa a ritmo di musica, la seconda commenta con ironia i tentativi di twerking di Eli mentre riprende tutto con il cellulare. Il video finisce sul social con tanto di cinguettio affettuoso della Canalis: “… Corvaglia sei una str…za…”. Ovviamente con risatina al seguito.

C_2_fotogallery_3009206_3_image

Insieme si divertono come pazze, nei loro tragitti in auto, nel tempo libero al parchetto con le rispettive figlie e anche al lavoro. In un momento di relax, sulla terrazza con vista su Los Angeles, le due si intrattengono con una loro collaboratrice di colore che inizia a ballare a ritmo r & b. Di fronte a lei c’è Elisabetta che tenta di muoversi con la stessa naturalezza. La voce fuori campo di Maddalena, regista del video, con ironia commenta: “Si, uguale Eli, uguale”. La Canalis a margine della sua performance che condivide su Instagram aggiunge: “White girls can’t dance. Ed io ne sono la prova. Taking a break with our office manager the @lachattie at #SkyviewLA ps Corvaglia sei una st…za…”.

Monica Bellucci e il sesso: “Storie maledette, lo scontro col diavolo…”

Monica Bellucci confessa gli aspetti più nascosti della sua personalità con una rivelazione hot: “Quando sei giovane, c’è un impulso sessuale fortissimo legato alla riproduzione. La cosa bella è che oggi non sono più schiava dell’impulso. È la testa che controlla il corpo”.

monica_belluchi_04Parla così l’attrice, protagonista del nuovo numero di ‘F’, il settimanale femminile di Cairo Editore diretto da Marisa Deimichei. “Quando ero giovane cercavo storie maledette, lo scontro col diavolo, la sfida, il pericolo – afferma l’attrice, che vedremo nel cast del nuovo capitolo di ‘Twin Peaks’ – In realtà cercavo attraverso gli altri il diavolo che è in me, le mie parti sconosciute. È interessante ma alla fine diventa sterile”.

Tiziana Cantone, sbloccato l’iPhone: nei messaggi la verità su suicidio e video hot

I carabinieri sono stati precisi: hanno «scavato» in maniera chirurgica perché già sapevano che in quell’iPhone 5 ci sarebbe stata la verità. L’hanno trovata intatta, tra i messaggi vocali di Tiziana Cantone registrati prima che si lasciasse morire impiccata all’attrezzo da ginnastica della tavernetta.
E per aprire il cellulare di Tiziana Cantone è stato usato un trucco informatico identico a quello utilizzato dall’Fbi per aprire lo smartphone del killer di San Bernardino. Niente spedizioni di telefoni oltre Oceano, niente richieste di aiuto alla Apple. Solo tecnica e algoritmi.

QUANDO_IL_WEB_DIVENTA_GOGNA (3)

Si compone così l’ultimo anello della catena di un’indagine per istigazione al suicidio di Tiziana che non vede ancora nessun indagato, ma punta dritto verso la definizione del ruolo dell’ex fidanzato Sergio Di Palo. Una storia che corre sul filo della rete internet: prima con la condivisione dei filmati hot della bella trentunenne di Mugnano di Napoli – protagonista di giochi sessuali con alcuni uomini – finiti in pasto alla rete, poi la negazione da parte di Whatsapp di fornire il brogliaccio dei messaggi agli avvocati di quattro ragazzi di Battipaglia accusati da Tiziana di aver diffuso i video con scene di sesso e, infine, i segreti nell’inviolabile cellulare che lei aveva spento prima di suicidarsi.
Sembrava una storia destinata all’archiviazione e, invece, i carabinieri della sesta sezione telematica del comando di Napoli, coordinati dal maggiore Alfonso Pannone, sono riusciti a riannodare i fili di una vicenda scioccante e hanno sbloccato l’iPhone con un attacco «brute force» senza attivare la funzione di sicurezza di iOS che avrebbe cancellato tutti i dati dopo 10 tentativi errati. Il quadro è chiuso. Sul cellulare della povera Tiziana sono comparse, agli occhi dei carabinieri e del perito Carmine Testa, le telefonate fate prima di morire, i messaggi con l’ex fidanzato Sergio che si sarebbe rivolto a lei con una battuta triviale durante una lite e, infine, lo sfogo di Tiziana con un altro ex fidanzato, precedente alla storia con Sergio. Fino all’ultimo messaggio che lascerebbe presagire il gesto per lei sublime che doveva cancellare tutto. E invece, il suicidio ha rivangato un passato che doveva passare, finendo sui giornali e nei talk show come esempio di «martirio» da interne. La procura di Napoli nord con a capo Francesco Greco ha, nelle sue mani, anche il materiale informatico depositato ai militari di Napoli da Mirko Rivola, il mago dell’infiormatica I militari, coordinati d sono stati capaci di entrare nel sistema informatico attraverso il quale hanno inserito un «bug», tecnicamente un baco che è penetrato nel telefono cellulare con una combinazione di numeri provati e riprovati all’infinito, bypassando la Apple e i suoi sistemi operativi.

Madonna, occhiaie da incubo: malata canta per gli innamorati

Un 14 febbraio non proprio memorabile per Madonna, che ha passato la sera di San Valentino a letto da sola.

2260904_madonna_malata_occhiaie_canta_san_valentino

La stessa Lady Ciccone, che ha postato un video in cui canta per tutti gli innamorati una versione adattata di ‘Happy birthday to you’, dedicandola ai “cuori ribelli”, lo racconta su Instagram: «Ragazza malata a letto, in camicia da notte. Non è ben cantata, ma è fatta col cuore. Buon San Valentino!». La voce, in effetti, non è delle migliori e le occhiaie di Madonna sono impressionanti.

Cecilia Capriotti, shooting bollente in topless per la neomamma

A undici giorni dal parto aveva già perso tutti i chili presi in gravidanza e a distanza di quattro mesi si regala uno shooting bollente in topless e reggicalze. Cecilia Capriotti, mamma tenera e premurosa di Maria Isabelle, non rinuncia al suo lato sexy e femminile mettendo a nudo le sue curve sinuose.

C_2_fotogallery_3009146_16_image

Ha trascorso la passata estate con il pancione e un décolleté esplosivo in attesa della sua prima figlia e potremmo scommettere che tra pochi mesi la rivedremo in riva al mare in micro bikini mentre sfoggia la sua silhouette impeccabile. E ora è proprio lei che ci aiuta ad ingannare l’attesa con uno shooting al cardiopalmo. Tacco 12, reggicalze nere e mani che coprono il seno mentre i capelli le accarezzano le spalle sottolineano la sua straordinaria bellezza. La piccola Maria Isabelle sarà fiera della sua mamma!