Kendall Genner, il nudo su Instagram da 1 milione di like. Ma non è tutto come sembra

Kendall Jenner ha postato una foto di un nudo a cavallo su Instagram subito i suoi fan sono impazziti con una pioggia di like.

20151130_112132_kendal

Con molta probabilità il milione di cuoricini raccolti su Instagram non era destinato al cavallo, ma alla modella. Ed è proprio qui l’inghippo: mentre sembrerebbe automatico pensare che si tratti della Jenner, ma così non è: si tratta della modella francese Elisa Meliani, che in realtà ha caricato l’immagine sul suo profilo lo scorso anno, raccogliendo solo 1.944 like. La Kendall non lo aveva specificato, ma la modella è sembrata comunque felice.

Isis, nuove minacce su Twitter contro Roma e Parigi: “Seppelliremo le teste degli infedeli”

Continua l’offensiva dei terroristi su Twitter. Nonostante decine di profili “jihadisti” oscurati, altrettanti ne vengono aperti. In uno degli ultimi viene mostrata un’immagine eloquente.

20151129_c2_c5_is

Nel fotomontaggio un jihadista afferra a mani nude il Colosseo e la torre Eiffel, i due simboli usati dal Califfato per lanciare la campagna contro l’Occidente, per distruggerli. «Non ci fermeremo fino a quando seppelliremo le teste degli infedeli», scrive il sedicente terrorista.  Dal suo profilo si può risalire a quello di altri presunti militanti, arrivando a decine di pagine “sospese” dallo stesso Twitter. Una contromossa che non sembra scoraggiare i jihadisti. Messaggi lanciati in rete che inneggiano alla guerra di religione contro «i crociati», e assimilando Roma a Parigi, quest’ultima messa a ferro e fuoco, sostengono i jiadisti. dal commando di «martiri» che viene denominato «gli otto cavalieri».

Incidente misterioso, tre veicoli sollevati dalla strada da una forza invisibile

Gravità? Campi magnetici? Alieni? Sul web le ipotesi si ricorrono in merito a uno strano incidente stradale ripreso dalle telecamere e diffuso in rete.

CU54yMsWUAI7PnR

Il video, che sta facendo il giro della rete, mostra tre veicoli che vengono sollevati in aria, come se fossero trattenuti da una presenza invisibile. E sul web gli utenti si sono già scatenati in commenti ironici. Se per alcuni il video è la prova che i super poteri esistono, per altri il mistero è presto risolto: a causare l’incidente ‘paranormale’ sarebbe stato un filo trascinato da un camion sull’altro lato della strada.

Lascia la scuola a 17 anni, a 23 diventa milionaria: “Ecco come ho costruito un impero”

Una donna che ha costruito da sola la sua fortuna, e ha raccontato al resto del mondo come ha fatto dopo aver lasciato la scuola a 17 anni per dare alla luce la sua bambina da mamma single.

20151129_112046_06-26231608-2960bb-2579250a1

Kate Stewart da Liverpool  ha creato dal nulla il suo impero commerciale, e ha guadagnato il suo primo milione di sterline entro i 23 anni grazie all’apertura di una catena di saloni di bellezza e abbronzatura, prima di approdare alla guida del Liverpool’s Heritage Market. La Stewart, oggi 33enne, ha raccontato in una trasmissione televisiva le tappe del suo successo. “Ho lasciato la scuola senza qualifiche e facevo un normale lavoro a termine pagato £ 2,50 l’ora. Sono rimasta incinta a 17 anni e il destino scritto per me era che avrei vissuto di sussidi e fatto altri bambini. Ho pensato “no” e sono tornata a combattere”. Mentre allevava la figlia, che oggi ha 15 anni, la milionaria Kate ha studiato alla Edge Hill University, dove si è laureata in Economia e gestione d’impresa, continuando a lavorare come segretaria per pagarsi le spese. “Dopo la laurea ho diretto un’azienda e investito i miei soldi in modo corretto”, ha spiegato la donna che ora si gode la sua ricchezza e non ha paura di mostrarla. La manager, infatti, è abituata a soggiornare in suite da 1000 sterline a notte e non è abituata a portare con sé il bagaglio: in genere sceglie online quello che vorrà indossare per i suoi incontri d’affari e se lo fa recapitare direttamente in camera, pronto per il suo arrivo. “Non amo portare con me i bagagli. In questo modo porto con me solo il necessario per la toeletta”. Kate, madre di tre figli, ritiene la sua immagine “di primaria importanza”, così è pronta a dare la giusta impressione con la scelta dell’abbigliamento e dando sfoggio della sua ricchezza. “Non si tratta di essere guardata, si tratta di essere ricordata”, ha detto. E per farsi ricordare, Kate ama sfoggiare anche costosi gioielli, come un bracciale di diamanti da oltre 240mila sterline giudicato “un ottimo affare”.
Ha detto che vestirsi con abiti costosi e gioielli è la sua “armatura” nel mondo degli affari.
Ha spiegato: “Non sono affatto imbarazzata dalle mie spese. Ho lavorato per avere tutto quello che ho e sono orgogliosa di tutto ciò che compro”.

Kate Middleton scatta nuove foto a Charlotte e le pubblica su Twitter: “Spero vi piacciano”

«Il duca e la duchessa si augurano che queste nuove foto della principessa Charlotte piacciano a tutti quanto piacciono a loro».

20151129_112055_charlotte2

Con questa affettuosa didascalia William e Kate hanno pubblicato sul Twitter ufficiale di Kensington Palace due nuove foto della loro secondogenita di sei mesi. Guance paffutelle e occhi blu, Charlotte è stata fotografata dalla mamma Kate, che aveva già ritratto lei e il fratello George qualche mese fa, nella casa di Norfolk.  In uno dei due scatti la piccola di casa di Windsor, rigorosamente vestita di rosa e fiorellini, guarda assorta davanti a se’. Nell’altro ride mentre gioca con un cagnolino di peluche. Il duca e la duchessa di Cambridge sono molto attenti alla privacy dei loro bambini, di cui vengono pubblicate solo ed esclusivamente foto scattate da membri della famiglia oppure dai fotografi ufficiali e cari ai reali britannici come Mario Testino.

Uccide il figlio di 7 anni e lo dà in pasto ai maiali. Il papà in manette, choc a Kansas City

Michael Jones, 44 anni, è stato arrestato a Kansas City per aver ucciso e dato in pasto ai maiali il figlio di 7 anni.

20151129_112091_Michael-Jones

L’accusa, come racconta Wsfa.com, arriva dai vicini da sempre sospettosi nei confronti della famiglia dell’uomo già finito nei guai per aver sparato alla moglie 29enne Heather Jones. La polizia ha iniziato a indagare dopo la segnalazione dell’assenza di uno degli otto figli della coppia. Il corpicino del bimbo di 7 anni, Jones, in decomposizione e ancora da identificare, sarebbe stato trovato sotterrato nel giardino nel retro della casa, dove l’uomo tiene i suoi maiali.”La loro casa era sporca, orribile – racconta una testimone rimasta anonima – I bambini vivevano nella sporcizia. Spazzatura ovunque e cibo secco in tutta la casa”.

Scompare a 19 anni e si unisce all’Isis: “Mi sento utile, terrorizzarvi è la nostra fede”

Meriem Rehaily, ragazza di 19 anni residente nel padovano scomparsa a luglio, si è unita all’Isis. Arriva la conferma da lei stessa dopo i tanti sospetti di chi pensava si fosse recata in Siria per arruolarsi con i jihadisti.

20151128_112014_meriem

La ragazza scappò di casa a luglio per diventare un “soldato dell’esercito informatico” del Califfato di Abu Bakr al Baghdadi. Il suo nome da combattente è Sorella Rim e lei si occupa della cosiddetta cyber-jihad. A lei si rivolgono tutti quelli che non vogliono essere rintracciati su internet.  “Faccio logistica, qui mi sento utile. Noi siamo terroristi e il fatto di atterrirvi è parte della nostra fede… Ho sostenuto il mio Stato davanti a un computer e non tornerò indietro. Se dovessi essere costretta lo farò anche sul campo”, fa sapere sui social. Qualcuno esorta i “fratelli” a mettersi in contatto con lei: “La sorella italiana è esperta nel campo della sicurezza su Twitter e in Rete, seguitela e traete vantaggio”. E’ persino finita nel mirino degli hacker di Anonymous. La famiglia dice che è stata plagiata, ma lei non si tira indietro: “Qui sto bene, sono utile”.

Scandalo sessuale nei Tory: si dimette il ministro britannico Shapps

Choc nel Partito conservatore e nel governo britannico: un militante si uccide a settembre dopo essere stato bersaglio di bullismo e abusi, e lo scandalo finisce per travolgere il ministro per lo Sviluppo internazionale del governo Cameron, Grant Shapps, che oggi ha rassegnato le dimissioni.

BritainConservativesBullying-0f64a

La vicenda aveva da subito suscitato forti emozioni: il 21enne Elliott Johnson, militante del Partito conservatore , si era disteso sui binari del treno vicino al villaggio di Sandy, nel Bedfordshire, su un asciugamano, dopo essersi tolto le scarpe e l’orologio con l’effigie del suo idolo Winston Churchill, regalatogli dai genitori per i 18 anni, e aveva aspettato così la morte, arrivata con il primo treno. Il suicidio di Elliott, avvenuto lo scorso settembre, fu immediatamente collegato dal padre, Ray, al bullismo continuo che il ragazzo aveva subito e denunciato nel partito, portando alla luce e gettando in pasto alla stampa un verminaio di presunti ricatti, soprusi e molestie sessuali che duravano da tempo e che, accusa il padre, venivano coperti dai dirigenti del partito conservatore. Oggi lo scandalo, che è cresciuto come una valanga in questi due mesi e ha portato ad un’inchiesta interna nel partito, è costato la poltrona al ministro per lo Sviluppo internazionale Shapps, che all’epoca dei fatti era uno dei due co-presidenti dei Tories. Il ministro ha annunciato la sua decisione, chiedendo che però «questo polverone si fermi a me». Shapps, 47 anni, sembra un po’ il capro espiatorio in questa vicenda e paga per l’imbarazzo di David Cameron. Il primo ministro, in una recente conferenza stampa a Malta, ha dato l’impressione di aver «scaricato» il suo ministro: alla domanda se intendesse difenderlo, ha risposto con un messaggio di cordoglio per la morte del giovane Elliott e di simpatia per la sua famiglia. «Ciò che il partito conservatore deve fare e sta facendo – disse il primo ministro – è assicurare una vera inchiesta sul problema, sulle accuse fatte e su tutto quanto questo comporta».  Per la verità lo scandalo era già costato un’altra testa: quella dell’allora coordinatore giovanile del partito e capo della «claque itinerante» che in primavera seguì la campagna elettorale di Cameron in giro per il Paese: Mark Clarke, direttamente chiamato in causa dal ragazzo in una lettera, e accusato da varie persone di «bullismo» – fra queste l’ex presidente del partito, Lady Sayeeda Warsi, che sarebbe stata insultata ripetutamente da Clarke su Twitter. Clarke, sull’onda di queste rivelazioni, era stato cacciato a vita dal partito. Ma lord Andrew Feldman, co-presidente assieme a Shapps, è per ora saldamente al suo posto.  Il quotidiano The Guardian, che su questa vicenda sta conducendo un’inchiesta, ha accusato Shapps di aver cercato di coprire lo scandalo, di non aver fatto nulla e di aver scelto e sostanzialmente cercato di proteggere Clarke. Il padre di Johnson ha preteso chiarezza nel partito e chiesto le teste, oltre che di Clarke, di Shapps e di Feldman. Ancora ieri il Guardian aveva dedicato un lungo articolo al ragazzo suicida, in una foto il giorno della laurea fra i genitori: «Elliott Johnson, il giovane Tory distrutto dal partito che amava».

L’ultima frontiera della moda: lentiggini finte per essere più sexy

Beata l’innocenza dei bambini, che tendono a prendere di mira i coetanei con le lentiggini. Non possono sapere che le loro compagne di scuola, se ‘efelidi-munite’, hanno grandi possibilità di diventare, crescendo, delle donne molto sexy.

TEN 2013-11-23 VANESSA INCONTRADA

Le varie frontiere della moda hanno spopolato tra le donne di tutto il mondo, grazie anche a vip coraggiose che hanno imposto uno stile tutto loro. Si pensi, ad esempio, alle sopracciglia folte di Cara Delevigne o allo spazio tra i denti di Madonna e Vanessa Paradis.

20151127_111979_pecas-falsas-3--320x320

Tutto questo, ormai è superato: a vincere sono le lentiggini, che riescono anche a ringiovanire il viso. Vip come Vanessa Incontrada o Julianne Moore lo testimoniano chiaramente. L’attrice e conduttrice spagnola sembra una ragazzina nonostante i suoi 37 anni, e la star di Hollywood, addirittura, ne ha 54. Per questo motivo l’ultima frontiera della moda è in fase di lancio: la startup Freak Yourself, infatti, sta raccogliendo i fondi necessari per mettere in commercio delle lentiggini finte. Si tratta di tatuaggi semipermanenti, della durata di 48 ore, che applicano di fatto sul viso le efelidi. «Da bambina volevo le lentiggini, ho sempre sognato di averle, ora posso», ha spiegato l’ideatrice, Remi Brixton.

Esce dal carcere dopo 44 anni e non accetta la tecnologia: “Hanno i fili nelle orecchie”

“Affronto il futuro, invece di affrontare il passato”. Come svegliarsi una mattina, 44 anni dopo. Il mondo è cambiato, la gente veste diversa, la velocità è aumentata. Otis Johnson ha provato sulla pelle questa sensazione, proiettato in un pianeta hi tech dopo una vita al buio.

otis-johnson-prigione_980x571

Fu incriminato per tentato omicidio di un poliziotto all’età di 25 anni, ora ne ha 69. Ha scontato la sua pena, acuita da un precedente per furto che l’ha resa ancora più lunga. Si è ritrovato a camminare tra le strade e la folla di Time Square a New York, accerchiato da smartphone, tablet e ipod. “Fili nelle orecchie”, dice riferendosi agli auricolari. Perché lui in questo mondo non ci aveva ancora messo piede. “Il mio ritorno è stato difficile”. Racconta in un’intervista video da Al Jazeera. “Molte cose sono cambiate – spiega – Ho perso i contatti con la mia famiglia da quando sono stato incarcerato. Non ho una fidanzata, fratelli o sorelle. Nessuno con il quale parlare. Mi manca molto la mia famiglia”. “Sono entrato in prigione all’età di 25 anni e quando sono uscito ne avevo 69 – dice ancora – Credo che ogni cosa accada per una ragione. Affronto il futuro, invece di affrontare il passato”.