Michelle Hunziker in crisi, scoppia a piangere con Tomaso Trussardi

Un momento difficile per Michelle Hunziker.

Avevo 20 anni appena compiuti quando sei entrato nella mia vita. Eri già il mio mito. Eri l’uomo più divertente che avessi mai incontrato. Mi osservavi durante le feste che organizzavo a casa. Io sfogavo la mia voglia di esprimermi nel intrattenere gli ospiti e a farli ridere. Tu avevi già pronto il disegno per me. Mi hai sempre preso in giro, ma al momento opportuno mi chiamavi “Angelo”…mi si scioglie il cuore a pensarci…tu credevi in me. Hai investito tanto Amore e passione per tutti noi. Che bel cammino che abbiamo fatto insieme. Frank….Generoso, auto ironico, empatico, intuitivo, genuino come pochi, originale, altruista, geniale,divertente e discreto…ti ho consegnato i miei sogni tu li hai realizzati.Ti sei preso cura di me come un padre dopo che è mancato il mio. Mi conoscevi, mi leggevi e sapevi placare le mie ansie ancora prima che mi venissero. Un giorno in macchina mentre mi accompagnavi a Zelig mi hai dedicato una canzone “ la cura” di Battiato. Eri talmente protettivo che certe volte dovevo nasconderti delle cose per non farti preoccupare come fanno i figli. Come faccio ora che non posso abbracciarti più…Dolore….che lacera dentro… il mio Frank…per sempre.

La conduttrice infatti è stata sorpresa da “Diva e donna” mentre scoppia in lacrime fra le braccia del marito Tomaso Trussardi. La causa però non è una litigata, ma la dipartita dell’agente Franchino Tuzio, manager sella tv e molto vicino alla conduttrice, che le ha dedicato anche un post su Instagram.

Sesso nel locale davanti a lavoratori e clienti, coppia di trentenni finisce nei guai

Il mix di alcol e passione rischia di costare molto caro ad una coppia che, nello scorso febbraio, aveva dato spettacolo facendo sesso per oltre un quarto d’ora in un locale, davanti ai dipendenti e ad alcuni clienti. I due, infatti, ora rischiano il carcere e saranno giudicati oggi pomeriggio da un tribunale.

sesso-locale-dipendenti-clienti_17142528

Altro che ‘niente sesso, siamo inglesi’. Craig Smith, 31 anni, e la fidanzata Daniella Hirst, la sera dello scorso 25 febbraio, avevano iniziato delle tenere effusioni mentre erano in attesa di ritirare il loro pasto presso un ristorante della catena Domino’s Pizza nella loro città, Scarborough. Ad un certo punto, però, i due sono andati oltre: prima la ragazza ha iniziato a praticare al fidanzato del sesso orale, poi la coppia si è lasciata andare ad un rapporto completo consumato proprio davanti al bancone. Qualche cliente se ne è andato scandalizzato, ma quello che colpisce di più è la naturalezza dei dipendenti, che continuano a lavorare come se niente fosse, oltre ovviamente a quella dei due protagonisti.
Come riporta il Mirror, nessuno in un primo momento aveva denunciato l’episodio. Uno dei dipendenti del locale, però, era riuscito ad acquisire le immagini delle telecamere a circuito chiuso e aveva caricato il video dello spezzone incriminato sul web. Solo a questo punto partirono le indagini e la coppia fu facilmente identificata. Daniella Hirst, nei mesi scorsi, mentre era indagata, aveva ammesso la propria colpevolezza e si era scusata: «Abbiamo fatto una cosa orribile, non è da me fare certe cose e meritiamo di essere puniti». I giudici hanno deciso che entrambi dovranno pagare con il carcere gli atti osceni in un luogo pubblico e hanno rifiutato di comminare sanzioni come i servizi sociali. Smith, che ha precedenti con la giustizia, rischia una pena più pesante rispetto alla fidanzata.

L’isola piena di bambole spaventose e infestata dagli spiriti: ecco il luogo più terrificante del mondo

Un piccolo isolotto, situato all’interno di una riserva naturale, pieno di spaventose bambole menomate o comunque deteriorate ad arte e sparse un po’ ovunque: dai rami degli alberi ai muri degli edifici. È questo il luogo più inquietante del mondo?
Siamo a Xochimilco, un piccolo centro all’estrema periferia meridionale di Città del Messico. In pochi, però, sanno che questo è il vero toponimo, perché in tutto il mondo quest’area è conosciuta come ‘Isla de las muñecas’ (‘Isola delle bambole’).

chernobyl-go

Non potrebbe essere altrimenti, dal momento che questa zona è quasi del tutto disabitata ma ha una densità notevole di spaventose bambole decapitate o con gli arti mozzati.
Le foto, pubblicate spesso dai visitatori, incutono terrore a chi le vede. Per poter raggiungere la piccola isola, l’unico mezzo di trasporto è la ‘trajinera’, una particolare canoa tipica e un vero simbolo di questa zona del Messico, un po’ come la gondola a Venezia. Non tutti i rematori, però, sono disposti ad accompagnare i turisti nella zona: molti sono superstiziosi e suscettibili e hanno molta paura di raggiungere l’isola.
Perché questa zona è piena di bambole così spaventose? La risposta è legata in parte ad una vecchia leggenda locale, secondo la quale nei secoli scorsi una ragazzina appena adolescente era morta annegata, in circostanze misteriose, proprio davanti all’isola. Julian Santana, che qui possedeva un appezzamento di terreno, sosteneva di aver avuto un incontro ravvicinato, negli anni ’50, proprio con lo spirito della ragazzina deceduta in passato. Terrorizzato, aveva deciso di spargere quelle terrificanti bambole in giro per la zona allo scopo di spaventare il fantasma e tenerlo lontano dalla sua casa.
Nel frattempo, la presenza delle bambole sull’isola aveva iniziato a richiamare curiosi da tutto il Messico e non solo. Molti visitatori regalarono a Santana diverse bambole da menomare e posizionare sugli alberi della zona, mentre i più superstiziosi arrivarono perfino a donare offerte in denaro per tenere lontani gli spiriti maligni. Come riporta Gonzoo, pochi anni dopo Julian Santana fu ritrovato morto annegato nello stesso punto in cui raccontava di aver incontrato per la prima volta lo spaventoso spirito della ragazzina.
Oggi la presenza turistica nella zona è costante in tutti i mesi dell’anno. La casa di Julian Santana è diventata un museo che ospita la prima bambola posta dall’uomo nell’isola e anche la sua preferita, chiamata ‘Agustinita’. All’interno del museo è possibile consultare anche tutte le fonti, giornalistiche e non, che parlano dell’isola delle bambole, un luogo spaventoso quanto affascinante.
Oggi la presenza turistica nella zona è costante in tutti i mesi dell’anno. La casa di Julian Santana è diventata un museo che ospita la prima bambola posta dall’uomo nell’isola e anche la sua preferita, chiamata ‘Agustinita’. All’interno del museo è possibile consultare anche tutte le fonti, giornalistiche e non, che parlano dell’isola delle bambole, un luogo spaventoso quanto affascinante.

Sesso nella foto delle nozze: un nuovo caso, ma questa volta finisce malissimo

Le foto delle nozze non possono non essere indimenticabili e destinate a rimanere ‘eterne’ nel tempo: per questo motivo i fotografi impegnati a immortalare le coppie nel giorno più bello hanno il gravoso compito di rispettare i gusti e le esigenze degli sposi.

3299819_1341_nintchdbpict000358757254_736x552

C’è chi è andato oltre, come la coppia di sposi olandesi che sono stati ‘pizzicati’ dal loro fotografo mentre lei praticava al suo neo-marito del sesso orale. In men che non si dica, un’altra coppia ha deciso di pubblicare una foto analoga, ma più scherzosa. I risultati, però, non sono stati quelli sperati.
Matthew Lund e sua moglie Carly, inglesi di Birmingham, si sono sposati con una cerimonia da sogno nell’isola greca di Rodi e dopo la cerimonia hanno deciso di posare per uno scatto che, a detta loro, era stato ideato e pianificato da tempo. Non è chiaro se Carly stesse effettivamente praticando del sesso orale a Matthew, ma il ragazzo, con i pantaloni e le mutande abbassate, sfoggia anche un pugno chiuso in segno di vittoria.
Gli amici hanno apprezzato l’ironia di quello scatto, le famiglie degli sposi invece sono rimaste in evidente imbarazzo. Ancora meno hanno gradito le autorità dell’isola, che ora hanno deciso di vietare le celebrazioni di matrimoni tra coppie di stranieri nel gettonatissimo monastero di san Paolo. Il vescovo dell’isola, d’accordo con il sindaco, ha posto il divieto nero su bianco.
Le dichiarazioni ufficiali, riportate anche da Unilad, sono durissime: «Noi greci dobbiamo tutelare le nostre tradizioni e la nostra religione, ciò che è successo nei pressi del monastero è gravissimo e abbiamo dovuto prendere decisioni drastiche. Tanti britannici vengono qui per sposarsi, molte coppie ci hanno chiamato in lacrime perché avevano già prenotato e organizzato tutto ma non possiamo fare altrimenti. Non è colpa nostra, ma di quella coppia di sposi che hanno deciso di offendere la religione cristiana. Se avessero fatto lo stesso davanti a una chiesa anglicana, una sinagoga o una moschea le reazioni sarebbero state ben più gravi. I musulmani sarebbero stati capaci di decapitarli per una cosa simile».

Giacomo Urtis, Malena presta il volto alla nuova crema per lo “sbiancamento genitale”

“Bianco per non andare in bianco” è lo slogan dello spot del nuovo prodotto lanciato da Giacomo Urtis, concorrente dell’ultima edizione de “L’Isola dei Famosi” e anche professionista nel campo della Medicina e della Chirurgia estetica.

2590346_1518_collage_2017_07_29_5_

Malena, porno attrice e sua collega nel reality di Canale 5, ha prestato volto e nome per fare pubblicità alla sua crema sbiancante delle zone intime. Il video è stato condiviso da Urtis sui suoi canali social.
Il prezzo di vendita (69,90) continua il gioco di doppi sensi legato al prodotto e alla notorietà artistica di Malena, facendo sembrare tutto uno scherzetto ben architettato…

Caterina Balivo furiosa con Cristiano Malgioglio, ecco cosa ha svelato nella casa del Grande Fratello Vip

MILANO – Caterina Balivo su tutte le furie con Cristiano Malgioglio, che nella casa del Grande Fratello Vip avrebbe svelato un segreto sulla conduttrice di Detto Fatto. E riguarderebbe l’amore…

3293414_2109_collage_2017_10_10_4_

Come riporta il sito Anticipazioni.tv, il paroliere avrebbe rivelato un clamoroso retroscena: in passato Caterina avrebbe rifiutato la corte di Brad Pitt.
È il costumista Giovanni Ciacci a rivelare, nel corso di una puntata di Detto Fatto, la “marachella” di Malgioglio. E la conduttrice napoletana, da poco rientrata dalla maternità, sembrerebbe non aver gradito. Caterina prova a cambiare discorso chiedendo: “Non è vietato parlare della concorrenza?”. Ma ormai la frittata è fatta e il presunto corteggiamento di Brad è già sulla bocca di tutti…

La velina Mikaelae gli insulti razzisti: “Addio a Facebook a dicembre, semplicemente insopportabile”

MILANO – “Ho abbandonato Facebook a dicembre, perché è semplicemente insopportabile. Tutti possono trovarti, non c’è privacy”.
La nuova velina bionda di Striscia la notizia Mikaela Neaze Silva torna a parlare degli insulti razzisti che ha ricevuto: “E anche su Instagram, io ci sono poco – ha fatto sapere in un’intervista a “Repubblica” – Però le cose me le hanno fatte vedere. Mia madre, che è afgana, è attiva su Facebook e mi ha mostrato molte cose orrende. Io però penso che non bisogna dare troppa importanza ai razzisti, perché loro cercano una vetrina, e solo così sono contenti. Bisogna ignorarli”.velina-biondaGià da piccola la vita non è stata facile: “Siamo andati a vivere a Genova. Ho fatto la prima elementare alla scuola che c’è vicino alla stazione di Brignole. Poi ci siamo trasferiti perché non era una bella zona. La mamma ha trovato casa a Castelletto, e siamo vissute lì, io, lei e la mia sorellina. È un bel quartiere, famiglie agiate, e ci stavo da Dio, peccato per gli insulti che ho ricevuto. Ma pazienza. Mi insultavano perché ero “negra”. Ma i miei compagni di classe evidentemente avevano assorbito una cultura diversa dalla mia, più aggressiva verso il diverso. E poi avevano sbagliato a presentarmi. La maestra aveva detto “bambini, arriverà una nuova compagna, è russa”. Quando mi hanno visto, un ragazzino schifato mi ha detto “tu non sei russa, i russi non sono di colore, tu dici le bugie”. Poi mi escludevano dai giochi, così una volta mi sono arrabbiata e ho rotto dei vasi di piante. Ho cominciato a fare amicizia e il problema della pelle è sparito”.
Qualcosa non è andato per il verso giusto neanche al liceo: “Al liceo linguistico una prof mi ha fatto fare un corso di italiano per stranieri. Volevo dirle “guarda che l’italiano lo parlo meglio di te, che hai l’accento genovese. E so fare il pesto, io”. Il corso però l’ho fatto. E comunque parlo anche genovese. Poi parlo portoghese, inglese, francese. E anche un po’ di cinese, ho lavorato lì per tre anni”.

Miley Cyrus confessa la sua gelosia: fa spiare Liam Hemsworth

La gelosia non fa distinzioni e anche Miley Cyrus ha confessato candidamente di soffrirne.

liam-e-miley-600x300

Ospite all’”Howard Stern Show” per presentare il suo nuovo album “Younger Now”, la popstar ha parlato dei suoi problemi quando il fidanzato Liam Hemsworth è impegnato su qualche set per lavoro: “Ho sempre le farfalle nello stomaco quando recita con qualche bella attrice. Per questo ho le mie piccole spie che gli girano intorno anche se io non ci sono”.
La star e Liam Hemsworth sono tornati insieme lo scorso anno, dopo una lunga separazione. I due avevano iniziato a frequentarsi nel 2009 dopo l’incontro sul set di “The last song”. Ora vivono insieme a Malibu, nella ex casa di Miley, che il fidanzato ha acquistato durante una delle loro tante separazioni.

Marco Predolin, dopo il Gf Vip ancora guai per lui: ecco cosa gli è successo

Ancora brutte notizie per Marco Predolin che, dopo essere stato cacciato dal GF VIP per una bestemmia, fuori dalla casa sta subendo gli strascichi della cattiva visibilità ricevuta durante il reality.

8_20171004070539

Contratto sospeso a Radio Zeta e commenti negativi per il suo ristorante in Sardegna: ecco come è stato massacrato su Tripadvisor.

Diletta Leotta, l’allenamento in palestra (con trucco) è tutto da ridere

diletta2-U202252928059fhD--896x504@Gazzetta-WebDiletta Leotta, fasciata in una tutina da ginnastica super aderente, si allena in palestra sfoggiando un fisico perfetto. Il video finisce su Instagram ed è suvito pioggia di like. Peccato però che dietro quelle trazioni perfette ci sia un trucco tutto da ridere.