Marina Ripa di Meana cacciata dal banchetto di nozze: “Mi hanno minacciata”

La nota nobildonna Marina Ripa di Meana è stata protagonista di un siparietto durante un matrimonio di una coppia di sposi del Vallo di Diano (di Sala Consilina). La donna ha raccontato a Dagospia: «Dopo ore di schiamazzi per via di un matrimonio che andava avanti dalle tre del pomeriggio – a mezzanotte passata ancora suonavano -, dopo ripetute telefonate con l’albergatore e non avendo avuto esito se non una cornetta sbattuta in faccia, sono scesa dalla camera per far smettere la musica».

3224571_2003_marina_ripa_di_mean2

A questo punto stando, al racconto di Marina Ripa di Meana, la nobildonna ha colpito con una bottiglia la cassa acustica della band musicale (molto nota nel Vallo di Diano) e urlato di smetterla ma è stata «accompagnata» all’uscita. «Mi hanno minacciata – ha ancora detto Marina Ripa di Meana – anche durante le ore notturne».
Dall’albergo e da alcune persone presenti al matrimonio fanno sapere che non c’è stata alcuna minaccia e di fronte alle urla di Marina Ripa di Meana nessuno ha fatto una piega. Secondo questa versione era una normale festa di matrimonio.

“Cercasi cameriere ‘affettuose’ col titolare”: albergatore arrestato, abusi su 12 ragazze

Un contratto di lavoro negli alberghi ma le ragazze, di età compresa tra i 19 e i 25 anni, una volta assunte dovevano dimostrarsi «affettuose» con il loro datore. Per questo un albergatore di Siena, Alessandro Pescini, 53 anni, è stato arrestato per violenza sessuale continuata ai danni di 12 sue ex dipendenti.

titled-kilt-329517

Il gip di Siena, secondo quanto anticipato oggi da La Nazione, ha condiviso l’ipotesi accusatoria della procura della Repubblica firmando il provvedimento restrittivo agli arresti domiciliari per l’albergatore originario di Pisa che, in passato, ha ricoperto anche incarichi nel settore turistico-alberghiero in provincia di Siena. A far scattare le indagini la denuncia in Procura di una delle ragazze a cui l’uomo avrebbe alzato la camicetta per toccarle il seno.  Nel fascicolo ci sono oggi 12 testimonianze diverse di toccamenti nelle parti intime ma anche di rapporti completi avvenuti perché, secondo l’accusa, l’uomo aveva approfittato della debolezza psicologica delle ragazze perlopiù di origine di russa. Le molestie sarebbero avvenute in un albergo del centro di Siena e in una struttura ricettiva poco fuori le mura.