Anna Tatangelo canta ‘Il cielo in una stanza’. I fan: “Sei strepitosa”

Anna Tatangelo, impegnata insieme a Carlo Conti nel programma Rai I migliori anni, durante le prove canta Il cielo in una stanza di Gino Paoli e i fan la riempiono di complimenti, riconoscendo le sue ottime doti canore. Si sprecano i superlativi da “Strepitosa” a “Bravissima”.

Anna-Tatangelo-canta-Il-cielo-in-una-stanza-fan-Sei-strepitosa_21191636 (1)

Anna con I migliori anni sta raccogliendo complimenti dalla critica e ottimi indici di ascolto, una vera e propria consacrazione nel mondo dello spettacolo anche senza il suo Gigi D’Alessio.
Intanto la Tatangelo, in attesa dell’ultima puntata, si gode i successi auditel e non lo nasconde affatto.

Naike Rivelli: “Io volgare e maliziosa? E questo a cosa vi fa pensare?”

La risposta di Naike Rivelli a chi la critica per le performance social considerate troppo ‘spinte’ è tutta un programma. E arriva, ovviamente, su Instagram.

resizer

«Alcuni dicono che sono volgare e maliziosa» – scrive la figlia di Ornella Muti commentando un video in cui è alle prese con una lampada molto particolare – «E allora ditemi… questo a cosa vi fa pensare?». E giù battute sulla ‘lampada-ano’.
La star del web ha poi condiviso uno scatto decisamente sexy, in cui si accinge a coltivare una delle sue passioni, lo yoga: «Dicono che chi lo pratica è una persona calma. Al contrario: lo facciamo proprio perché siamo fuori di testa!».

“Isola dei Famosi”, Alessia critica Simona e litiga con Stefano

La Reato crea nuove tensioni. Dice di essere delusa da Stefano: “E’ diventato un Brontolo”. Tra i due la sopportazione è arrivata al limite, tanto che ormai non fanno altro che discutere.

C_2_fotogallery_3000356_3_image

Anche Paola e Gracia continuano con i loro soliti battibecchi. Solo Giacobbe ascolta la Bonas e cerca di calmarla. Intanto Andrea torna dall’infermeria con un piede fasciato. Si sente svantaggiato a causa di questo imprevisto: “Ho paura di non essere indispensabile per il gruppo”. Dopo l’uscita di scena di Simona lo scenario è cambiato. In peggio…

La Nigeria nega il visto a Salvini, salta la missione della lega in Africa

«Aiutiamoli a casa loro». È il motivo che ha spinto, più volte, Matteo Salvini ad annunciare pubblicamente una missione di quattro giorni in Nigeria. Il segretario della Lega Nord lo aveva promesso prima dell’estate, poi ribadito in pieno agosto, suscitando polemiche e qualche critica.

lega-salvini-ospiterei-un-profugo-a-casa-mia-ma-ho-bilocale

Aveva fissato anche una data: partenza il 29 settembre 2015 da Milano. Tutto rimandato. Alla fine, Salvini in Nigeria non ci andrà. Almeno non domani. Il segretario leghista, però, non ne ha colpa: la Nigeria, a sorpresa, gli ha negato il visto d’ingresso nel Paese. Lo ha spiegato lo stesso leader del Carroccio su Radio Padania: «Mi spiace perché ci avevo messo tempo, attenzione e passione ma se non mi mettono il timbrino…».
Scoppia un caso, politico più che diplomatico. Salvini, seppure con toni scherzosi e senza nominarlo, accusa Renzi di avergli messo i bastoni tra le ruote. «Non vorrei che qualcuno del governo italiano abbia detto di non farci partire…». Il Pd ironizza. «Non conosciamo i motivi della decisione delle autorità nigeriane ma e’ comprensibile che non siano accoglienti con un personaggio come Matteo Salvini e la sua conclamata xenofobia. Detto ciò spero che prima o poi possa andare e conoscere quella realtà», spiega il deputato Gero Grassi.«Con la sua valigia pronta – aggiunge – ce lo immaginiamo come un piccolo colonialista del secolo scorso: sprezzante con i neri, pronto a sfruttarne le risorse».
L’entourage di Salvini non commenta anche se lascia intendere che il leader della Lega proverà nuovamente a fissare una missione in Africa. Il più deluso è certamente Toni Iwobi, militante bergamasco di origine nigeriana e responsabile nella Lega del dipartimento per la sicurezza e l’immigrazione.