Nargi: Formentera x amore, Pitti per lavoro

Federica Nargi e Alessandro Matri sono tornati a Formentera a godersi il mare di giugno. Ma stavolta a fare il bagno nella splendida cornice delle Baleari sono in tre: insieme a loro la piccola Sofia che ha quasi un anno e catalizza le attenzioni e le fatiche dei genitori. Non solo vacanze per i due: Federica e Alessandro sono tornati in Italia per una breve incursione a Pitti Uomo.

C_2_box_34804_upiFoto1F (1)

Bagno di folla e flash per la coppia, tra le più riservate, intervenuta allo stand Markup, in occasione della presentazione della collezione donna.
Abbronzatissimi e più affiatati che mai, Federica Nargi e Alessandro Matri si sono presentati con un look casual in pendant, composto da jeans e top bianco. Sandali rossi per Federica Nargi, sneakers bianche per Matri. Ma… dove avranno lasciato Sofia nel frattempo?

Vende la sua verginità per 340 mila euro: i suoi genitori hanno perso tutto in un incendio

Una ragazza di 20 anni, Katherine Stone, si legge su Metro-co.uk, sta offrendo la sua verginità a più di 300.000 sterline (quasi 340mila euro) dopo che la sua famiglia ha perso tutto in un incendio devastante.

ad_223643296_23190305

Parlando alla Cnn, la 20enne criticata da molti per questa sua decisione ha detto: “La gente dice che questa è una cosa che si fa per amore. Ma se ci pensate, io lo sto facendo perché amo la mia famiglia”.
Nel 2014, la famiglia di questa giovane donna ha perso tutto dopo un incendio scoppiato nella loro casa di Seattle e dall’assicurazione non è arrivato alcun risarcimento. E quando si è imbattuta in un annuncio in cui si parlava di questa possibilità, non ci ha pensato due volte e si è trasferita in Nevada.

Litiga con i genitori a cena, esce e uccide una coppia: “Ha mangiato il volto di lei”

Si arrabbia durante una cena con i genitori, quando esce dal ristorante uccide una coppia e mangia il volto di lei. Il delitto choc si è consumato in Florida dove il 19enne Austin Harrouff ha ucciso a coltellate un uomo e una donna, accanendosi poi sul corpo di lei.

sub-buzz-625-1471382249-1_17134438

Le vittime sono state più tardi identificate come John Joseph Stevens, 59 anni, e sua moglie, Michelle Karen Mishcon, 53. Il ragazzo ha avvertito i soccorsi dopo il delitto e, come riporta la stampa locale, è stato ritrovato dalla polizia in stato di alterazione. Trasportato in ospedale ha ammesso l’omicidio.  Si sarebbe trattato di un raptus, non ci sarebbe stata alcuna premeditazione. Il 19enne sarebbe uscito furioso dal ristorante dopo una cena con i suoi genitori e avrebbe poi sfogato la rabbia accanendosi sulla coppia che lascia una bimba piccola.I passanti hanno provato a fermare la violenza, ma era impossibile avvicinarsi al ragazzo. La famiglia e gli amici sono sconvolti da quanto accaduto: «E’ una storia senza senso, è sempre stato un ragazzo traquillo».

Melissa Satta e Kevin Boateng genitori: al mare Maddox ha paura dell’acqua

Dopo un periodo di ritorno al Milan per Kevin Boateng si sono aperte le porte della Liga, campionato spagnolo, con un contratto annuale con opzione per il secondo con il Las Palmas.

29C242E600000578-3131274-In_love_Footballer_Kevin_Prince_Boateng_put_on_a_PDA_with_wife_M-a-12_1434715792660In attesa di tornare sui campi da gioco il calciatore sta trascorrendo le vacanze a Porto Cervo, in compagnia di Melissa Satta e del loro primo figlio, Maddox. La mamma, come testimoniano le foto pubblicate da “Nuovo”, è in riva al mare col piccolo, che ha un po’ di paura ad entrare in acqua: in soccorso a dare coraggio arriva il papà, che aiuta il figlio ad “immergersi”.

Mila Kunis e Ashton Kutcher aspettano un secondo bebè

Ashton Kutcher e Mila Kunis “allargano” la famiglia. La coppia è infatti in attesa di un altro bebè. L’annuncio è stato dato dal loro portavoce a People. I due attori sono già genitori della piccola Wyatt Isabelle di 20 mesi e si sono sposati lo scorso luglio. Sia Ashton, sia Mila non hanno mai nascosto il loro desiderio di formare una “big family” e nei loro ruoli di genitori, da quando è nata la piccola Wyatt Isabelle, sembrano trovarsi benissimo.

8dc2a596-5140-4d35-9554-e2603283c17d

A ottobre la Kunis, 32 anni, aveva comunicato a Business Insider la sua eccitazione al pensiero di espandere la famiglia. E una fonte vicina a Kutcher, 36 anni, avrebbe confermato la notizia a People dicendo: “Ashton si illumina quando parla di Wyatt e del piccolo in arrivo. Tutto ciò che riguarda l’essere padre per lui è naturale”.
Di Mila l’attore aveva detto poi di recente: “Lei è una grande mamma, io vado al lavoro ogni giorno, poi torno a casa e lei è perfetta. Sembra sempre che tutto vada alla perfezione, anche se so che magari non è sempre tutto perfetto, ma lei non lo dice e non lo fa notare.. E’ incredibile!!”
A maggio inoltre l’attrice aveva dichiarato a Entertainment Tonight: “Avere un piccolo essere umano da crescere è un processo d’apprendimento, impari ad essere una brava partner e una brava moglie, ma anche una grande donna e ad essere te stessa, e tuttavia responsabile della vita di un bambino…”

I genitori sono bianchi, il bimbo nasce nero: subbuglio nel paesino. E il papà reagisce così

I genitori sono bianchi ma il bambino, nato qualche giorno fa, ha la pelle nera: la notizia – pubblicata su La Gazzetta del Mezzogiorno – ha provocato subbuglio in un piccolo paese del Sud Salento dove non si parla d’altro. Il padre è un operaio, la madre una casalinga: quel figlio, il terzo, sembra che la coppia lo abbia fortemente voluto, forse per porre fine – si dice – ad una crisi che stava minando il loro legame.

1692851_bimbo_nero_genitori_bianchiIl parto, naturale, è avvenuto in ospedale. Il padre, dopo il primo stupore, ha riconosciuto il bambino che ora, pare, dovrebbe essere sottoposto alla prova del . Dna. Nessuno fra parenti e conoscenti vuole parlare. Ma la notizia – assicurano i bene informati – è proprio in questi termini: il bambino è nato con la pelle nera da due genitori bianchi.  Si dice, ma le voci sono tante, – si legge nell’articolo pubblicato sul quotidiano – che si stia scavando fra gli antenati della madre, nel suo passato. Si attendono quindi questi riscontri e soprattutto quelli che arriveranno dal laboratorio di genetica per stabilire la verità e porre fine alle tante chiacchiere che stanno attraversando il piccolo paese del Salento, popolato da poco più di 4.000 persone.

Baby squillo a 12 anni con lo zio e un amico, costretta dai genitori in cambio di buste di cibo

Facevano prostituire la figlia 12enne con un amico di famiglia e da uno zio entrambi cinquantenni in cambio di buste piene di prodotti alimentari o ricariche telefoniche. È maturata in un contesto economico e sociale degradato di Catania la storia scoperta dai carabinieri della compagnia Fontanarossa che hanno arrestato i due uomini che abusavano della minorenne e i genitori della bambina, che sono stati posti ai domiciliari.

Baby-squillo-Palermo

Gli ‘incontri’ avvenivano spesso nella cameretta della piccola, che non poteva ribellarsi alle turpi attenzioni dei due uomini anche perché secondo gli accertamenti dei carabinieri «i genitori agevolavano gli incontri». Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Marisa Scavo e dal sostituto Francesco Camerano, sono state avviate dopo la denuncia a una stazione dell’Arma di una parente della piccola che ha trovato Sms a sfondo erotici nel cellulare della piccola scoprendo che il destinatario era un adulto. La bambina è stata tolta ai genitori e affidati a dei parenti. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip Flavia Panzano e ipotizza i reati di concorso in prostituzione minorile e atti sessuali aggravati dall’avere agito contro una ragazza che ha meno di 14 anni. L’amico e lo zio della piccola sono stati condotti in carcere da carabinieri della compagnia Fontanarossa di Catania; la madre e il padre posti agli arresti domiciliari. Domani si terranno gli interrogatori di garanzia davanti al Giudice per le indagini preliminari. La vicenda è maturata in contesto di fortissimo degrado sociale ed economico, in uno dei rioni popolari alla periferia del capoluogo etneo. I genitori della piccola da tempo senza lavoro erano aiutati da un amico di famiglia, un impiegato di 50 anni, che portava loro delle buste contenenti prodotti alimentari. Era il ‘prezzò, sostiene l’accusa, pagato per avere rapporti sessuali da oltre un anno con la bambina. Lo zio della vittima, un venditore ambulante 50enne, avrebbe ricompensato le attenzioni della nipote con delle ricariche telefoniche.  A fare cadere il velo sulla vicenda è stata una familiare delle 12enne che per caso ha notato sul cellulare della piccola Sms e foto dal contenuto erotico che gli arrivavano dai due cinquantenni. La donna ha denunciato quello che aveva scoperto a militari di una stazione dei carabinieri di Catania che, assieme alla compagnia Fontanarossa, hanno avviato le indagini. Sul caso ha aperto un’inchiesta il procuratore aggiunto Marisa Scavo, che coordina il pool di contrasto dei reati contro le cosiddette fasce deboli, e il sostituto Francesco Camerano.  Dagli accertamenti dei militari dell’Arma è emerso che l’amico di famiglia e lo zio «approfittando dello stato di indigenza del nucleo familiare della vittima, intrattenevano ripetuti rapporti sessuali con la minorenne, con il benestare dei genitori». Ma non solo, secondo l’accusa, «i genitori della ragazzina, evidentemente a conoscenza della situazione, agevolavano gli incontri». Per il Gip «non potevano non sapere». La Procura va oltre ritenendo che «emerge la piena responsabilità dei genitori che spesso favorivano gli incontri che avvenivano prevalentemente nella stanzetta della minorenne». La bambina, in collaborazione con il Tribunale per i minorenni e i servizi sociali, è stata tolta ai genitori e affidata a una parente.

La sexy prof Clarissa fa twerking: il video diventa virale e lei viene licenziata

Ha 24 anni e un fisico da urlo: Clarissa era una brava maestra ma è stata costretta a dare le dimissioni dopo le durissime pressioni dei genitori degli alunni e della direzione scolastica dell’istituto di Ciudad Obregon (Messico).  Clarissa è colpevole di essere andata in vacanza e di essersi divertita un po’: qualcuno ha filmato un suo twerking super hot mentre si trovava in villeggiatura a Cabo San Lucas, località turistica messicana.

35404764

Lei si è giustificata dicendo che si trattava soltanto di una gara di danza e che lei, dopo quella esibizione, ha anche vinto il primo premio.  “Sapevo che c’erano i telefoni cellulari, ma non avrei mai immaginato che il mio video sarebbe diventato virale: in ogni caso, non sto facendo nulla di male – ha ammesso Clarissa -. Era una  gara di ballo: non sono una poco di buono ed era il mio tempo libero. Siamo nel 21esimo secolo e non c’è niente di male”. Dopo la diffusione del video, i genitori dei suoi alunni avevano chiesto le dimissioni dell’insegnante: avevano anche creato una petizione online, firmata da ben 150 persone. Ma una parte dei genitori era contraria al suo licenziamento: “E’ stata allontanata con un pretesto sessista, non stava facendo nulla di male – commenta il genitore di un bimbo -. I suoi alunni adoravano la signorina Clarissa e sono molto tristi ora che hanno scoperto che non sarà più la loro maestra”.

Il bimbo compie otto anni, i genitori gli regalano una spogliarellista: lui reagisce così

La coppia, che vive in Florida, ha ingaggiato una spogliarellista che si è presentata vestita solo di un completino intimo rosa.

4618_il-bimbo-compie-8-anni-i-genitori-gli-regalano-una-spogliarellista

In un video diffuso in rete si vede la donna ballare davanti al bambino, scuotendo il suo sedere che per il piccolo si trasforma in un tamburello. Il video è stato poi caricato su YouTube e ha scatenato qualche polemica.

Bruxelles, tra i feriti Chiara, giovane italiana: “Colpita dalla porta di un vagone della metro”

Tra gli italiani feriti nell’attentato di questa mattina nella stazione della metropolitana di Maelbeek, a Bruxelles, c’è Chiara Burla, una ragazza di 24 anni originaria di Varallo Sesia (Vercelli), ma da qualche tempo residente a Firenze.

1627052_chiara1

La giovane è rimasta colpita dalla porta di un vagone della metro, divelto dallo spostamento d’aria: ha riportato contusioni e ferite al torace ed al viso, ma in modo lieve, secondo quanto si è appreso dai suoi parenti. Medicata al pronto soccorso di un ospedale di Bruxelles, e già stata dimessa ed è tornata nell’appartamento che divide con altre ragazze.
Nel Vercellese vivono i suoi genitori: «Siamo riusciti a scambiare poche parole con nostra figlia subito dopo che abbiamo sentito le prime notizie degli attentati a Bruxelles – dice il padre della ferita, Diego Burla, ex sindaco di Sabbia (Vercelli) – ci ha tranquillizzato, dicendo che stava bene. Poi è diventato difficile parlare al telefono con chi stava in Belgio. L’aspettiamo a casa». Chiara si trova a Bruxelles da una decina di giorni per uno stage di danza – ha studiato all’Opus Ballet Centro Coreografico di Firenze – ed aveva già in programma di rientrare in Italia per le festività pasquali.