Sesso nel locale davanti a lavoratori e clienti, coppia di trentenni finisce nei guai

Il mix di alcol e passione rischia di costare molto caro ad una coppia che, nello scorso febbraio, aveva dato spettacolo facendo sesso per oltre un quarto d’ora in un locale, davanti ai dipendenti e ad alcuni clienti. I due, infatti, ora rischiano il carcere e saranno giudicati oggi pomeriggio da un tribunale.

sesso-locale-dipendenti-clienti_17142528

Altro che ‘niente sesso, siamo inglesi’. Craig Smith, 31 anni, e la fidanzata Daniella Hirst, la sera dello scorso 25 febbraio, avevano iniziato delle tenere effusioni mentre erano in attesa di ritirare il loro pasto presso un ristorante della catena Domino’s Pizza nella loro città, Scarborough. Ad un certo punto, però, i due sono andati oltre: prima la ragazza ha iniziato a praticare al fidanzato del sesso orale, poi la coppia si è lasciata andare ad un rapporto completo consumato proprio davanti al bancone. Qualche cliente se ne è andato scandalizzato, ma quello che colpisce di più è la naturalezza dei dipendenti, che continuano a lavorare come se niente fosse, oltre ovviamente a quella dei due protagonisti.
Come riporta il Mirror, nessuno in un primo momento aveva denunciato l’episodio. Uno dei dipendenti del locale, però, era riuscito ad acquisire le immagini delle telecamere a circuito chiuso e aveva caricato il video dello spezzone incriminato sul web. Solo a questo punto partirono le indagini e la coppia fu facilmente identificata. Daniella Hirst, nei mesi scorsi, mentre era indagata, aveva ammesso la propria colpevolezza e si era scusata: «Abbiamo fatto una cosa orribile, non è da me fare certe cose e meritiamo di essere puniti». I giudici hanno deciso che entrambi dovranno pagare con il carcere gli atti osceni in un luogo pubblico e hanno rifiutato di comminare sanzioni come i servizi sociali. Smith, che ha precedenti con la giustizia, rischia una pena più pesante rispetto alla fidanzata.

Marco Predolin, dopo il Gf Vip ancora guai per lui: ecco cosa gli è successo

Ancora brutte notizie per Marco Predolin che, dopo essere stato cacciato dal GF VIP per una bestemmia, fuori dalla casa sta subendo gli strascichi della cattiva visibilità ricevuta durante il reality.

8_20171004070539

Contratto sospeso a Radio Zeta e commenti negativi per il suo ristorante in Sardegna: ecco come è stato massacrato su Tripadvisor.

Tori Spelling sommersa dai debiti, condannata a pagare 200mila euro

Nuovi guai finanziari per Tori Spelling e il marito Dean McDermott, che ultimamente stanno navigando in cattive acque. A quanto riporta il “Daily Mail”, l’ex stellina di “Beverly Hills” è stata condannata a pagare alla City National Bank la somma di 220mila dollari (circa 200mila euro).

Tori-spelling-tori-spelling-18692788-712-1072

La coppia nel 2010 aveva contratto un prestito da 400mila dollari, rifiutandosi però in seguito di risarcire buona parte del debito (circa 188mila dollari).
La banca ha quindi trascinato i McDermott in tribunale, anche se loro non si sono mai presentati, accusando inoltre la Spelling di essere andata in rosso di ben 17mila dollari sul suo conto corrente. A tutto questo va aggiunto il debito da 87mila dollari della carta di credito American Express e i 600mila dollari prelevati forzatamente dal suo conto per le tasse non pagate.
Dopo aver superato con difficoltà i tradimenti del marito, ora Tori si trova ad affrontare un altro periodo nero. Nemmeno il consistente patrimonio di famiglia può esserle d’aiuto. Il padre Aaron, produttore multimilionario scomparso nel 2006, le ha infatti lasciato in eredità ‘solo’ 800mila dollari a fronte di un patrimonio stimato intorno ai 600 milioni di dollari. Lei però pare non sembra preoccuparsene e su Instagram continua a documentare la sua vita a cinque stelle, fatta di ristoranti di lusso e vacanze in famiglia.

“Comando io ora”: “Striscia la Notizia” smaschera l’organizzatore di Miss Mondo Toscana

Prometteva la vittoria al concorso di bellezza in cambio di sesso, per questo l’agente di Miss Mondo Toscana, le cui fasi finali si disputeranno a Gallipoli dal prossimo 28 maggio e fino al prossimo 11 giugno, è finito nei guai, incastrato dalla telecamera nascosta da una complice di “Striscia la Notizia”.

miss-toscana_24202523

Il video che mostra le avances alla concorrente è andato in onda durante la puntata di martedì del tg satirico. E’ stato lo stesso agente ad invitare la miss a salire nella sua auto prima della finale in cambio alcune promesse. L’uomo è stato revocato dal compito di curare il concorso. “Siamo completamente estranei ai fatti”, dicono gli organizzatori che, dal Salento, tengono le fila della manifestazione in esclusiva per l’Italia.
Le telecamere nascoste di Striscia lo hanno sorpreso appartato in auto con una delle ragazze con la “fascia” che si giocavano in passerella sia l’ambita fascia regionale sia l’accesso alle fasi della finalissima nel Salento. Oltre ai tentativi sessuali l’uomo ha intimato con minacce alla ragazza di non diffondere notizie circa la non regolarità del concorso.“

L’artista Milo Moiré arrestata a Londra: si faceva “toccare” dai passanti in piazza

Milo Moirè finisce ancora nei guai. L’artista svizzera nota per le sue performance molto provocatorie è sta arrestata a Londra perché aTrafalgar Squaresi faceva “toccare” dai passanti per trenta secondi attraverso una gonna a specchio.

17_bildduss-424x500

Già nel 2015 la Moiré era stata arrestata a Parigi per essersi esibita nuda. Questa volta le forze dell’ordine inglese l’hanno portata in cella per 24 ore ed è stata condannata al pagamento di una multa di mille euro.

Corona: “Sapere che Nina Moric è stata mia moglie mi fa sentire un fallito. Belen? Con lei volevo un figlio”

“Sapere che è stata mia moglie mi fa sentire un fallito, Fabrizio Corona, ospite di “Verissimo” parla dei suoi amori, iniziando dall’ex moglie Nina Moric: “L’ho sempre giustificata, per anni – ha spiegato –  Forse, se avesse trovato un uomo migliore, ora non sarebbe così. Sono l’uomo più sbagliato che potesse trovare.

trio

Eravamo giovani… A 20-21 anni era la donna più bella al mondo, poteva avere tutti e ha scelto me, un ragazzo semplice, uno non ricco, ma che amava. È stato un amore molto folle. Poi io ho sbagliato con lei e lei ha sbagliato con me ma, quando c’ è un bambino di mezzo, devi andare oltre le cose, non puoi fare guerre, litigi… Sai che tuo figlio soffre perché suo padre è in carcere”. Oggi le cose sono cambiate: “Non l’ ho mai vista, non ci parliamo. Avrei pagato per potermi sedere di fronte a lei con una birra e parlare, e piangere, per il bene di nostro figlio: ma è come parlare con un muro, una persona vuota. Sono la causa di tutti i suoi guai. Però non posso fare mea culpa per tutta la vita. No si vuole far aiutare. Oggi, se uno vuol farsi aiutare, si fa aiutare… Mia madre ha cercato in tutti i modi di aiutarla, ma lei non si fa aiutare, porta un odio dentro, irrefrenabile. Un accenno anche a Belen: “oggi vedo che non è più quella di prima, perciò i sentimenti non ci sono. Se provassi qualcosa sarei andato a riprendermela. Ho sempre desiderato di avere un figlio con lei perché è una madre incredibile, ma Dio l’ha salvata da avere dei figli con me, che poi sono finito in galera. Si è ricostruita una vita, ha un figlio meraviglioso… Sembra contenta e realizzata, sono felice per lei”.

Belen Rodriguez, i “guai” con la signora Guess e l’amicizia particolare con Gonzalo Higuain

Sembra avere un piccolo problema Belen Rodriguez con la moglie del capo della marca “Guess”, che non la vede di buon occhio come testimonial della marca: “A Milano gira voce che “Belin” Belen non sia molto amata dalla borghese moglie del grande capo della Guess – fa sapere Alberto Dandolo per Dagospia nella rubrica “Milano Spia” – azienda di cui l’argentina è testimonial mondiale.

094305278-cc91fd6c-855c-4027-8ea7-ed6fd88f5e66

Pare che la “Signora Guess” non consideri la showgirl adatta a rappresentare il marchio di famiglia. Si favoleggia che la potente signora non perda occasione per ricordare al marito e alle amiche più intime certi “trascorsi trasgressivi” di Lady Pampa. Sarà vero? Ah, saperlo…”.
Qualche sospetto poi sulla sua amicizia con Higuain: “Qualcuno indaghi sul vero rapporto che intercorre tra Belen e il bomber argentino Gonzalo Higuain! Solo amicizia o qualcos’altro? Ah, saperlo…Ps: Gonzalo è stato sempre amante delle donne che fanno tv..”.

“A 15 anni faccio sesso con un ragazzo di 23: gli ho mentito sull’età, ora ho paura per lui”

Ormai tutto il mondo conosce la storia di Adam Johnson, il calciatore del Sunderland e della nazionale inglese condannato a 6 anni per pedofilia, per aver fatto sesso con una ragazzina di 15 anni.

coppia-su-letto-bacio-amore1

Un caso incredibile, per gli appassionati di calcio e non, perché sebbene Johnson abbia sempre negato il sesso ma abbia ammesso di aver baciato la minorenne, i suoi tifosi continuano a chiedersi il perché di certi comportamenti per uno come lui che era legato sentimentalmente ad una ragazza splendida come Stacey Flounders, la modella che ad Adam aveva dato anche una bambina. L’equivoco sull’età delle ragazze, specialmente nell’era di internet in cui uomini di tutte le età cercano di “acchiappare” ragazze anche più giovani senza in realtà sapere quanti anni hanno, è ben spiegato dal tabloid britannico The Sun quest’oggi, nella rubrica delle lettere Dear Deidre che si occupa spesso di tematiche legate al sesso. Nella rubrica è una ragazzina a scrivere al tabloid, una 15enne innamorata di un ragazzo più grande di lei, e che ha paura a rivelargli la sua vera età. “Ho sentito la storia di Adam Johnson in televisione e ho paura di mettere nei guai il mio fidanzato. Io ho 15 anni, lui 23, stiamo insieme e facciamo sesso, ma io gli ho detto di averne 17 – racconta la ragazza – ci siamo conosciuti un mese fa su un treno, era seduto di fronte a me, era così bello. Alzò gli occhi e mi sorrise, iniziammo a chiacchierare e lui mi chiese quanti anni avessi: gli dissi 17, gli ho mentito”. “Poi gli ho dato il mio numero di telefono e abbiamo iniziato a chattare su Whatsapp il giorno dopo. Gli ho detto che studiavo all’università, ma non è vero, non ho nemmeno finito il liceo. Mi ha invitata al cinema, alla fine del film mi ha abbracciato e ci siamo baciati – continua – abbiamo fatto sesso a casa sua. Io lo avevo già fatto con un ragazzo della mia età, ma con lui è stato stupendo. Ci siamo visti altre due volte da allora, lui vuole stare con me, come una coppia vera, ma io so di essere troppo giovane per fare sesso, quindi gli ho detto di non essere sicura”. “Ora ho sentito di questo calciatore e ho paura – conclude – non mi ha mai fatto pressione, usiamo sempre le precauzioni. Mi piace tanto e non voglio perderlo, ma se gli dico quanti anni ho, non so come possa prenderla. E ho paura che possa finire nei guai per colpa mia”.

Madonna choc, la cantante spoglia una fan di soli 17 anni sul palco durante un concerto

Incidente (?) hot sul palco di di Brisbane per Madonna. Il concerto dello scandalo continua a dare guai alla celebre pop star. Dopo le lamentele dei fan per le due ore di ritardo con cui è cominciato, dopo le proteste per aver cantato in playback e di essere salita sul palco un po’ alticcia, Madonna è anche rea di aver mostrato il seno di una fan.

1619355_madonna-11

La cantante ha invitato a salire sul palco una fan che indossava un corpetto molto sexy, con un gesto glielo ha slacciato davanti a migliaia di persone scoprendole il seno. Come aggravante la ragazza aveva solo 17 anni.  «Questa è molestia sessuale. Se vuoi puoi fare lo stesso con me», così le avrebbe detto Madonna. Ma secondo la stampa locale sembra che la giovane fan l’abbia difesa dicendo che si è trattato solo di un incidente.

“Fai sesso con me e ti assumo” Imprenditore finisce nei guai

Una giovane padovana ha cercato lavoro in un’azienda di Bologna, ma al posto dell’impiego le è arrivata una proposta di sesso sfrenato. E già perchè l’allora legale rappresentante dell’azienda “Italian Ceram S.a.s” con sede legale a Bologna in via Garibaldi 7, alla ragazza che cercava un posto di lavoro come addetta al commercio estero ha risposto «Niente impiego se prima non scopi con me».

sesso_ufficio

Un “vero” signore. La giovane ha presentato la sua richiesta di assunzione il primo ottobre del 2013 a Mushen Mohammed Emtiazi iraniano di 41 anni residente in provincia di Bologna. Una domanda che è arrivata attraverso Skype, il contenitore per la messaggistica istantanea.
E la risposta dell’allora legale rappresentante dell’azienda emiliana non ha tardato ad arrivare. Infatti un mese più tardi, il 15 novembre del 2013, Emtiazi ha risposto alla giovane padovana sempre attraverso Skype «…Non ti assumo se prima non vieni a letto con me…». La padovana è rimasta subito molto scioccata, ma al momento non ha reagito. Ha pensato di non rispondere e ha deciso di non formulare più alcuna richiesta di assunzione per quella ditta. Ma tre giorni dopo, il 18 novembre del 2013, l’iraniano 41enne è tornato alla carica ancora via Skype «…Non ti prendo se prima non scopi con me…». La sua proposta indecente è diventata anche più volgare. La padovana allora, dopo essersi confidata con amici e parenti, ha deciso di andare a denunciare l’uomo e il 22 novembre del 2013 ha presentato querela per il reato di tentata estorsione al fine di ricevere in cambio del sesso.