Marco, il milionario che regala un appartamento con tre camere da letto: ecco come averlo

Un uomo che ha passato la sua infanzia dormendo sulle panchine nei parchi ha deciso di regalare un appartamento di tre stanze “per dare a qualcuno una botta di fortuna, così come è successo a me”. Il milonario britannico Marco Robinson ha intenzione di offrire una casa dal valore di 120mila sterline (140mila euro) con tre camere da letto e completamente arredata a una famiglia o a un singolo.

marco-robinson1217

Lo stravagante riccone sta girando un documentario con Channel 4, e sceglierà il vincitore nel corso delle prossime sei settimane. “Le persone che voglio vedere vivere in questo appartamento sono persone che hanno bisogno di una casa, che hanno bisogno di un santuario e una certa sicurezza, che li farà sentire di nuovo importanti”, ha spiegato Marco descrivendo gli inquilini ideali. “Qualcuno che abbia bisogno disperato di aiuto per uscire da un circolo vizioso”. La vita del signor Robinson è cambiata radicalmente quando ha imparato a chiedere aiuto e lo ha trovato nelle persone più impensabili. “Mi hanno aiutato a credere in me stesso” – ha detto -“E’ stato un duro lavoro, ma ho avuto successo nel mondo degli affari e ha fatto un sacco di soldi”. “Ho iniziato a investire i profitti in proprietà e ho imparato dove erano i posti migliori per acquistare immobili”. Marco sa che non sarà difficile trovare delle persone pronte a candidarsi per ricevere il generoso dono, ma sa che la difficoltà sarà quella di sceglierne una anziché un’altra. Ad ogni modo, chi volesse ottenere l’appartamento di Preston non deve fare altro che aver compiuto 18 anni e inviare una email (apply@myfreeproperty.com) in cui spiega perché dovrebbe essere scelto.

Aida Yespica a Verissimo, il dramma del passato. Silvia Toffanin “Sei stata violentata?”

Aida Yespica, ormai da tempo lontana dalle scene, è tornata in tv ospite di Silvia Toffanin nel salotto di Verissimo. La showgirl, archiviata la sua relazione con Roger Jenkins, ha ritrovato l’amore grazie al nuovo fidanzato, Enrico Romeo, che l’ha spinta a trasferirsi negli Stati Uniti. Un periodo positivo per l’amore, tanto che ha detto di essere felice grazie al suo Romeo.

Verissimo-Aida-Yespica-560x560

Ma nell’intervista Aida si è aperta anche sul suo passato, sull’infanzia e sulla relazione con i genitori che ha molto condizionato il suo rapporto con gli uomini: “La relazione che mio padre ha avuto con mia madre non ha funzionato ed io ho avuto tanti problemi quando ero piccola. Il mio ex marito mi diceva: “Devi farti vedere perché tu odi gli uomini, devi rivedere il tuo passato”. Per questo adesso mi sto facendo vedere, lo sto facendo in America, voglio capire cosa c’è in me”.
Un’ammissione già molto personale, alla quale è seguito un momento in cui la showgirl davvero non è riuscita a trattenere una lacrima. La conduttrice, in relazione al suo passato, le ha chiesto se fosse stata violentata. La Yespica ha risposto così: “Ho un carattere molto forte, ho avuto molti problemi quando ero piccola. Sto con gli uomini ma di fronte a me c’è una parete. Non ne voglio parlare perché è un argomento che mi tocca […] Non l’ho mai raccontato, nessuno lo sa. Sono molto chiusa perché mi proteggo”.

Rocco Siffredi piange a Verissimo: “Mio fratello è morto a 12 anni”

Un dolore molto grande ha segnato l’infanzia, e la vita, di Rocco Siffredi. Il pornoattore lo ha raccontato in diretta a Verissimo, ospite di Silvia Toffanin per presentare il documentario sulla sua storia in uscita in questi giorni.

sipa-2687075-jpg_2326840

“I miei ricordi d’infanzia iniziano a 6 anni”, ha raccontato tornando con la mente al giorno fatale in cui suo fratello maggiore è morto: aveva 12 anni, ed è rimasto soffocato dopo una crisi epilettica. “Mi ricordo il giorno in cui tornando dall’asilo ho sentito dalla strada le grida di mia mamma in casa. C’era un clima tetro, nessuno parlava. Io non ho chiesto nulla. In camera, sdraiato sul letto, c’era mio fratello di 12 anni morto”.
Il dramma ha sconvolto l’intera famiglia Siffredi, soprattutto la madre che, racconta Rocco, “per i due anni successivi, ha continuato ad apparecchiare a tavola anche per lui”. Mentre racconta di quel giorn, quando si sfogò distruggendo tutti i palloncini rimasti in camera sua da una festa organizzata il giorno precedente, l’attore non riesce a trattenere le lacrime.