Mamma 19enne fa sesso con il figlio neonato e si filma per vendere le immagini: arrestata

Abusa sessualmente del figlio neonato per creare un video pedopornografico da rivendere online. Jazmine Nichole Pacyga, mamma 19enne di Muskegon Township, nello stato del Michigan, è stata arrestata dopo la terribile denuncia.

mamma-stupra-figlio_10153023

La giovane donna ha creato un piccolo studio di registrazione in casa e si è filmata mentre praticava sesso orale al figlio di soli 3 mesi. Scoperte le terribili immagini è stata arrestata dalla polizia e le è stata tolta la patria podestà. Jazmine ora dovrà rispondere sia del reato di violenza sessuale su minore, che può costarle l’ergastolo, sia di creazione e possesso di materiale pedopornografico che potrebbe costarle altri trenta anni di carcere. Il processo è previsto per il prossimo 23 febbraio. Intanto il bambino, come riporta il Daily Mail, è affidato ai servizi sociali che sono sulle tracce del papà che risulta essere irreperibile da giorni.

Bar Refaeli, Capodanno con sorpresa: ​su Facebook il test di gravidanza positivo

Capodanno speciale per Bar Refaeli: la modella, che si è sposata l’estate scorsa, ha annunciato di essere incinta postando la foto del test di gravidanza positivo.

bar-bar-refaeli-9985456-1024-768

La lieta novella è giunta poco prima della mezzanotte via Facebook: «Ecco come sarà il 2016…

1479500_591407194342933_7471108163641085196_n (1)

Felice anno nuovo!», ha scritto la bionda modella, concludendo il tutto con l’emoticon di un neonato. Ovviamente sono stati quasi 90mila i “Mi piace” dei suoi followers.

Partorisce al lavoro e getta il bimbo nel cestino: baby mamma ventenne accusata di omicidio

Ha partorito il suo bimbo nel negozio in cui lavorava, lo ha messo in un sacchetto di plastica e lo ha gettato via come se fosse un oggetto di cui disfarsi: a macchiarsi di questo delitto, che le costerà una condanna per omicidio di secondo grado, è stata Tara Tomlin, 20 anni, di Livingtson, nel New Jersey.

hqdefault

Venerdì pomeriggio la ragazza stava lavorando al XtraMart di Hudston Valley quando, lontana da occhi indiscreti, ha dato alla luce il suo bimbo: poi, con una lucidità agghiacciante, ha riposto il bimbo in un sacchetto di plastica e lo ha gettato in un cestino della spazzatura fuori dal negozio. La polizia è stata allertata da un passante che ha sentito un pianto di un bimbo nel parcheggio: ma quando gli agenti sono arrivati il piccolo era già morto. L’autopsia, condotta in un ospedale di Albany ha determinato che il neonato è morto per asfissia. Secondo News10, Tomlin ha trascorso tutta la giornata di venerdì in ospedale: sabato mattina gli agenti si sono presentati alla porta della sua stanza e l’hanno arrestata con l’accusa di omicidio. L’avvocato della ragazza, Michael Howard, ha etichettato la morte del bambino come un tragico incidente e ha chiesto una valutazione psichiatrica per la sua cliente. «È sconvolta, è molto scossa e piange a dirotto. Si è trattato di un tragico incidente».