Fabrizio Corona, malore misterioso in carcere a San Vittore. “Scortato in ospedale”

Fabrizio Corona voleva essere affidato ai servizi sociali, ma il tribunale ha respinto la richiesta così l’ex re dei paparazzi è ancora detenuto nel carcere di San Vittore a Milano.

3353637_0809_fabrizio_corona_ospedale

Qualche giorno fa però Corona è uscito dalla cella per motivi di emergenza ed è stato traportato, come dimostrano le foto pubblicate da “Diva e donna”, scortato dagli agenti, presso l’ospedale Galeazzi di Milano.
Gli accertamenti medici parlerebbero di un malore forse legato ad un attacco di panico, ma per ora non c’è nessun tipo di comunicazione ufficiale.

Umberto Smaila: “Ecco perché mi hanno ricoverato in ospedale…”

ROMA – «Stavo tornando da un dei tanti spettacoli. Ero sul tapis roulant, avevo il trolley davanti, mi sono voltato, poi sono caduto come un corpo morto. Mi hanno portato all’ospedale e mi hanno detto: una fratturina. Al femore…».

image (12)

Umberto Smaila, a Domenica Live con il figlio e la nuora, condivide l’emozione del matrimonio della coppia e ricorda l’incidente che, a giugno scorso, lo ha portato in ospedale, determinando lo slittamento delle nozze.
«Mi sono commosso quando ero in ospedale già da qualche giorno e mio figlio mi ha detto: papà, senza di te, non si fa. Hanno rimandato il matrimonio di due mesi».

Giulia De Lellis e il furto dei fiocchi rosa. Sfogo su Instagram: “Siete degli animali”

Giulia De Lellis condivie con i suoi fan quasi ogni momento della sua vita privata; giovedì con il suo Andrea è andata in ospedale a far visita alla piccola Matilde nata pochi giorni fa.

2613313_1333_giulia_de_lellis-1-768x950

Giulia ha voluto condividere condividere la sua gioia anche via social riempiendo Instagra di stories, ma la sua felicità è stata rovinata da un evento spiacevole.
Per festeggiare l’arrivo di Matilde, Giulia e sua sorella avevano preparato e appeso dei fiocchi rosa per tutta la città, ma qualcuno li ha rubati.
“Ci sono degli animali in giro – sbotta l’inquilina del nuovo GF Vip – è una cosa vergognosa, ma io non mi arrendo. Adesso li stiamo rifacendo (i fiocchi rosa ndr.) e li riatteccheremo e soprattutto vi troveremo!”

Paura per Silvio Berlusconi: “Ha battuto la testa”. Ricoverato in ospedale, tre punti di sutura

Paura per Silvio Berlusconi a causa di un incidente accaduto la notte scorsa a Portofino.
In via precauzionale ha deciso di rientrare a Milano subito e di farsi medicare alla clinica Madonnina, dove gli sono stati applicati tre punti di sutura. A quanto si apprende, le sue condizioni sono buone. «Niente di grave, è una sciocchezza» ha commentato il suo medico curante, professor Alberto Zangrillo.

Former Italian Prime Minister Silvio Berlusconi leaves the Madonnina clinic in Milan, Italy, after receiving three stitches, 29 April 2017. Berlusconi has been treated by a doctor after a fall in Portofino on the Ligurian coast.  Ansa/Daniel Dal Zennaro

APPLICATI PUNTI AL LABBRO A MILANO Per precauzione Silvio Berlusconi é stato trasportato in nottata a Milano, alla clinica ‘La Madonnina’, dove gli sono stati applicati punti di sutura al labbro. Arrivato in ospedale intorno alle 4 di questa mattina, Berlusconi sarà dimesso già in tarda mattinata.
BERLUSCONI INCIAMPATO FUORI DA UN LOCALE Silvio Berlusconi non è inciampato in casa, come riportato in un primo momento, ma all’esterno di un locale dove era andato a cena con i figli per festeggiare il compleanno del figlio Piersilvio. Lo hanno precisato esponenti di Forza Italia. Nel frattempo davanti alla clinica La Madonnina di Milano, dove a Berlusconi sono stati applicati due punti di sutura, oltre a fotografi e cameraman, si sono radunati anche alcuni curiosi.
DIMESSO ALLE 13.30 DALLA CLINICA LA MADONNINA Silvio Berlusconi ha lasciato poco dopo le 13:30 la clinica La Madonnina di Milano, dove è stato medicato al labbro superiore, suturato con un paio di punti dopo una caduta a Portofino. Il leader di Forza Italia è salito in auto senza rilasciare dichiarazioni tenendo davanti alla bocca una medicazione bianca, probabilmente con del ghiaccio. Dall’auto si è limitato a fare un cenno di saluto con la mano a fotografi e cameraman in attesa. Ad accompagnare fuori dalla clinica, Berlusconi, oltre alla scorta, c’era Licia Ronzulli, che fa parte del comitato di presidenza di Forza Italia. La Madonnina fa parte del gruppo San Donato, che è proprietario anche dell’ospedale di San Raffaele dove l’ex premier è stato operato al cuore nel giugno dello scorso anno.

Abul, l’uomo albero, dopo 16 operazioni può finalmente abbracciare la sua bimba

Abul Bajandar aveva un solo sogno. Tornare ad avere un’esistenza normale. Una vita come quella di ogni papà del mondo che può prendere in braccio la propria bambina e tenerla stretta. Adesso quel desiderio è diventato realtà per il 27enne, meglio conosciuto come “l’uomo albero” a causa delle escrescenze che gli si sono sviluppate negli anni su mani e piedi: dopo 16 operazioni quel calvario sembra essere ormai alle spalle e Abul, che abita in un villaggio nel distretto meridionale di Khulna, si prepara a lasciare l’ospedale dopo un anno di degenza con sua moglie Halima e la sua bambina di 3 anni.

2181216_schermata_2017-01-08_alle_12_28_21

L’uomo ha sofferto di una malattia chiamata Epidermodisplasia verruciforme, caratterizzata da un’infezione cronica alla pelle che provoca l’insorgere di escrescenze e squame sugli arti. I primi segni apparvero dieci anni fa, ma lui all’inizio non dette importanza a quei primi sintomi, pensando fosse semplicemente un’infezione della pelle. Con il tempo, però, quelle escrescenze, simili a rami, sono diventate enormi, tanto da renderlo invalido e incapace di potersi nutrire, lavare, vestire senza l’aiuto della famiglia.
Una situazione insostenibile dalla quale Abul sta lentamente venendo fuori grazie a un ospedale di Dhaka che si è offerto di operarlo gratuitamente, visto che lui, con il suo magro stipendio da conducente di risciò, non avrebbe potuto affrontare le cure mediche: adesso, dopo 16 operazioni e la rimozione di 5 chili di escrescenze su mani e piedi, si appresta a lasciare l’ospedale. «Il trattamento su Abul è stato una pietra miliare nella storia della scienza medica – ha detto Lal Samanta Sen, coordinatore del reparto di chirurgia plastica al Dhaka Medical College Hospital – Le mani e i piedi sono ormai quasi completamente a posto. Sarà dimesso entro i prossimi 30 giorni dopo un paio di interventi chirurgici minori per perfezionare la forma delle mani». Adesso per Abul si prospetta una vita nuova: dopo che la sua malattia è finita sui media di tutto il mondo gli sono arrivate parecchie donazioni per sostenere le spese dell’intervento. Ora con quella cifra aprirà una sua attività e potrà garantire un futuro alla sua bambina che, finalmente, riesce ad abbracciare: «Non ho mai pensato che sarei stato in grado di tenere la mia bambina con le mani. Ora mi sento molto meglio, posso giocare con lei e fare tutto ciò che non ho potuto fare prima. Ero così preoccupato di non riuscire a crescere mia figlia. Adesso spero solo che la maledizione non tornerà. Al momento penso solo che non vedo l’ora di tornare a casa».

Kim Kardashian divorzia da Kanye West: “Vuole l’affido esclusivo dei due figli”

Il matrimonio tra Kim Kardashian e Kanye West sembra ormai essere arrivato al capolinea. Dopo i difficili giorni del ricovero in ospedale la sexy mogliettina avrebbe deciso di lasciare il cantante.

kim-kardashian-hot-kanye-west-645

L’indiscrezione arriva dal Daily Mail che ha aggiunto che la Kardashian si starebbe già informando per avere l’affido esclusivo dei loro due bambini. Pare che già da tempo West non viva più nella loro casa di Los Angeles, ma l’ex modella avrebbe aspettato a dare l’annuncio della rottura proprio a causa del suo stato fisico. Kim sarebbe stata molto preoccupata per lo stato di salute del marito, ma secondo fonti vicine alla coppia pare che ormai tra di loro le cose non vadano più bene.
Secondo altre fonti si tratta però di una crisi temporanea e il fatto che non vivano insieme è solo dovuto alla paura che ha Kim che i bimbi, verso i quali sembra essere molto protettiva, possano risentire negativamente delle condizioni in cui versa il padre.

Si droga e allatta la figlia di 4 mesi. la piccola finisce in ospedale, poi la giustificazione choc

Fa uso di cocaina e poi allatta la figlia, ma la bimba di 4 mesi finisce in ospedale. È accusata di aver somministrato droga alla figlia Krystin Sorich Lisaius, 26enne dell’Arizona ex reporter di una tv locale. I fatti risalgono allo scorso 15 maggio quando la bimba è diventata letargica dopo la poppata.

1828720_35C1F1A200000578-0-image-a-58_1467135816605

Preoccupati Krystin e il suo compagno e padre della piccola, Som Lisaius, 42 anni, anch’egli noto in televisione, hanno trasportato la bambina in ospedale dove le analisi hanno mostrato la presenza di cocaina nel sangue.  Inizialmente i genitori hanno negato l’autorizzazione alle analisi del sangue e agli esami tossicologici, ma dopo diverse insistenze è emersa ai medici la verità choc. «In nessun momento, i genitori hanno detto al personale ospedaliero che la madre aveva fatto uso della sostanza stupefacente la sera prima e la donna ha continuato ad allattare al seno la bimba mentre era in ospedale», ha raccontato un detective al Daily Mail. La mamma ha negato sulle prime di aver fatto uso di droghe, ma alla fine ha ceduto e ha ammesso di aver preso la cocaina durante una cena tra amici e di aver poi allattato la bambina. «Non credevo che dopo 12 ore dall’assunzione della droga ci sarebbero state conseguenze per la piccola», ha ammesso Krystin. I due sono stati arrestati e il prossimo 28 luglio saranno processati. La bimba, invece, è in fase di recupero, ed è stata affidata alla nonna materna.

Corsa in ospedale per la figlia della star del GF: “Più di un’ora di attesa”

Paura per la star del Grande Fratello che ha dovuto portare con urgenza la figlia in ospedale per un intervento chirurgico.

katie-price-princess-900x506

Katie Price, celebrity britannica celebre per le sue forme sexy e vincitrice del Celebrity Big Brother, ha postato sui suoi social la foto della figlia in ospedale. La bambina è stata portata con urgenza in pronto soccorso ma con non pochi problemi. La Price denuncia un terribile ritardo dell’ambulanza: «Abbiamo aspettato un’ora perché arrivasse! Sono ancora in ospedale, davvero scioccata per quello che è successo alla mia povera piccola, che dovrà essere molto forte».

Isola, la rivelazione di Paola Caruso: “Sono rimasta paralizzata per mesi”

Bonas ad “Avanti un altro”, protagonista e rivelazione a “L’Isola dei Famosi”, Paola Caruso appare sempre come una ragazza sorridente e spensierata ma la vita non è stata sempre facile e a rivelarlo è lei stessa durante il reality. «Cinque anni fa ero in Calabria e ho subito una tremenda caduta da cavallo: sono rimasta paralizzata a lungo, dall’ombelico in giù.

paola-caruso-supersexy

Quando sono arrivata in ospedale non riuscivo a muovermi. I medici hanno scaldato un fil di ferro e con quello mi hanno toccato la gamba, non sentivo nulla. Ho ancora un piccolo segno sul lato dove mi hanno ‘bruciato’. Ho passato otto mesi in ospedale, più sei di riabilitazione». Paola ha svelato un aspetto non certo conosciuto dal pubblico, che ha dimostrato di amare la sexy naufraga. La Caruso racconta momenti decisamente drammatici di quel periodo: «Ai miei genitori i medici avevano detto che non avrei più camminato, perché oltre al bacino rotto avevo anche un ematoma a livello spinale. Per fortuna si è riassorbito e, dopo mesi di immobilità, mi sono rialzata dal letto». L’esperienza, ha confessato, l’ha cambiata molto e anche se non racconta quell’episodio volentieri è consapevole che l’abbia resa una persona migliore.

“Voglio una birra”. Paziente esce dall’ospedale a -16 °C dopo l’intervento chirurgico

Era troppo forte la sua voglia di bere una birra che nemmeno la flebo l’ha fermato. Se l’è staccata ed è uscito dall’ospedale con solo le lenzuola addosso sfidando i -16 °C della fredda Russia. È accaduto a Sayanogorsk nella Repubblica di Khakassia. L’uomo, riporta il Siberian Times, aveva appena subito un’operazione e avrebbe dovuto essere trasportato in terapia intensiva.

birra “Posso avere una birra?” aveva chiesto agli infermieri che, trattendo una risata, si erano limitati a ribadire più volte un no secco. Un divieto che non è piaciuto al paziente che ha pensato di scappare. Si è alzato e ha iniziato a correre per il corridoio, dribblando la sicurezza e riuscendo a uscire. La fuga si è conclusa comunque a pochi isolati dalla struttura sanitaria.  A chiamare la polizia sono stati i proprietari del negozio. L’uomo, che “chiedeva insistentemente una birra”, non è passato inosservato ed è finito vittima degli scatti con gli smartphone di numerosi clienti che hanno condiviso il loro insolito incontro sui social network. Dopo aver vissuto i suoi ‘quindici minuti di celebrità’, è stato riportato in ospedale, dove è in atto un’indagine per capire se c’è stata una falla nel sistema di sicurezza.