“Non lavoro in un call center per 600 euro”: Victoria, piemontese, diventa una pornostar in Giappone

Victoria Yuki, o anche Yukiko ha 23 anni e a dispetto del nome è nata e cresciuta ad Asti. In Giappone ci è andata per cercare fortuna, ed è tornata dopo due anni con il titolo di pornostar ed escort. “Io non ci sto a sgobbare tutto il giorno in un call-center per 600 euro al mese. Meglio fare la escort e la pornostar”, ha spiegato la ragazza in un’intervista a Libero.
Dopo il successo in terra nipponica è tornata a Torino e ha voluto raccontare la sua scelta di vita.

victoria

“La mia è una vocazione. Fin dai tredici anni ho capito che avrei fatto questo tipo di professione. Mentre le mie amiche collezionavano figurine dei cartoni animati, io raccoglievo le card delle attrici hard giapponesi”. Già a 18 anni Victoria ha cominciato la sua carriera con le video-chat: “La prima volta non ha suscitato in me disagio o sensi di colpa. L’ho vissuta come una cosa del tutto naturale”.
Per Yuki, che guadagna dai 300 ai 500 euro per un incontro di un’ora e almeno 150 euro per una scena in un film a luci rosse, la sua scelta rappresenta un “riscatto sociale, o una vendetta nei confronti di un mondo in cui il lavoro è sfruttamento”. Nel suo campo, comunque, ha imposto dei limiti: non pratica sesso anale e mai senza preservativo (discorso diverso se si parla di film, dove gli attori sono sottoposti a rigidi controlli).

L’inquietante posizione di Ambra Angiolini

Tralasciamo il gossip rosa, per una volta, torniamo alla professione. Impossibile non notare una posizione innaturale di Ambra Angiolini, qualche giorno fa sul palco Nastri d’Argento 2017.

C_2_box_36805_upiFoto1F (1)

Cos’è successo alla schiena di Ambra, o meglio al suo lato B?
7 minuti, il film diretto da Michele Placido, è stato premiato “per l’attenzione al cinema civile, in particolare sul tema del lavoro”. Sul palco a ritirare il meritato riconoscimento tutto il cast femminile, insieme al regista.
Ed è durante la premiazione che i fotografi hanno immortalato la strana postura di Ambra Angiolini, di profilo sul palco, tra Cristiana Capotondi e Ottavia Piccolo.
#ilmiolatosinistro, l’hastag tanto caro all’attrice, che lo ripete come un mantra nei suoi post su Instagram, in questo caso sembra più appropriato che mai. Schiena arcuata e glutei prominenti: che siano stati i tacchi Jimmy Choo (neanche troppo alti) o un underwear effetto push-up indossato sotto l’abito cipria N.21, Ambra sembrava scomodamente protesa in avanti. Speriamo solo non si tratti di chirurgia estetica.

Selen, e’ex regina dell’hard: Ragazze costrette a fare sesso per 6 ore… Siffredi? un violento”

Luce Caponegro, in arte Selen – l’ex pornostar che per anni ha fatto sognare gli uomini di tutto il mondo – per i suoi 60 anni si è raccontata in un’intervista al Corriere della Sera e ha svelato alcuni retroscena inquietanti legati alla sua vecchia professione.

s1_07094158

L’ex diva dell’hard, che avrebbe ammesso di non avere alcun rimorso su quello che è stato, nel corso della carriera avrebbe assistito a scene che l’avrebbero spinta poi a lasciare nel 1999.
“Era brutto vedere le ragazze dell’Est costrette al sesso estremo sei ore di seguito per un capriccio del regista. Con una scena guadagnavano la paga di un anno a Budapest. Lo squallore, la droga… Ma circola anche nella tv dove c’è più ipocrisia che nell’hard. Ho fatto tutto alla luce del sole. Avevo un contratto capestro, gli ultimi tempi sono stati una tortura, la trasgressione era diventata un lavoro odioso. Ho dovuto fare film quando volevo smettere, cercando di costruire ciò che ho sempre desiderato, una famiglia”.
Selen parla anche del re dell’hard Rocco Siffredi. E non avrebbe parole lusinghiere: “Era violento”. Ora l’ex diva del porno ha aperto un centro estetico e ha due figli: “Sono una mamma felice”.