Antonio Razzi: “Sono glabro, le mille donne che ho avuto mi strappavano i peli per ricordo”

Il senatore Antonio Razzi la spara grossa: “ho avuto mille donne ed ora sono completamente glabro, perché ognuna ha voluto staccarmi un pelo dal petto e tenerselo per ricordo”. Il forzista e berlusconiano doc, ospite del programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, ai conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, Razzi ha raccontato le sue innumerevoli capacità amatorie: “ho sempre avuto tante donne, almeno fino a quando mi sono sposato, ormai 42 anni e mezzo fa.

1436616645195.jpg--

La mia prima volta è stata molto presto…” A che età ha fatto sesso per la prima volta? “A 13 anni”. E poi? “Poi, dopo quella volta, e finché non mi sono sposato a 26 anni, ho avuto più di mille donne”. Scusi, ma 1000 donne in 13 anni saranno quasi 80 all’anno. Com’è possibile? “Certo, è così. Mi sono dato molto da fare – ha detto Razzi a Un Giorno da Pecora Radio1 -, e il picco c’è stato nel 1969: erano così tante che ho iniziato a ‘registrarle’ su un quadernino”. Cosa ci scriveva? “Come si chiamavano, e ogni tanto gli davo anche i voti. Vi confido che c’è stato anche qualche dieci…” Se ne ricorda ancora qualcuna? “Di qualcuna ho ancora la foto, che ‘allegavo’ al suo nome. Mi facevo dare delle fototessere”. E lei, in cambio che ricordo lasciava alle sue innumerevoli donne? “Io – ha spiegato Razzi a Radio1 -, ho il petto senza nemmeno un pelo. E sapete perché?” No, perché? “Perché molte di quelle donne volevano un ‘ricordino’ da me, e allora mi strappavano un pelo da petto per tenerselo come ricordo” Conserva ancora qualcuno di quei quaderni? “No, mia moglie me li ha bruciati tutti…” Lei è talmente famoso che, sembra, la volessero anche al Grande Fratello Vip. Si è vero, ma ho detto di no: io faccio un altro mestiere”. Pensa che lo avrebbe potuto vincere? “Amico mio, se io faccio una cosa è sempre perché penso di poter vincere”. E quando non sarà più senatore, magari dopo la riforma costituzionale, potrebbe ripensarci ed entrare nella Casa del GF, se glielo chiedessero? “Non lo so, dovrei chiedere a mia moglie: se lei dice di no, non accetterò sicuramente”, ha sentenziato Razzi a Un Giorno da Pecora Radio1.

Ambra Angiolini e Lorenzo Quaglia, piccioncini innamorati a Roma

Belli come il sole che li riscalda in una giornata dai toni estivi. Lorenzo Quaglia e Ambra Angiolini, insieme sulla scalinata di Piazza di Spagna, sono due turisti per caso che si tengono per mano in una foto ricordo. Si conoscono da molto, stanno insieme dall’inizio dell’estate e il loro amore procede a gonfie vele.

C_2_fotogallery_3005557_19_image

Hanno trascorso le loro vacanze insieme tra mari e monti, Ambra ha organizzato un evento a Brescia per una raccolta fondi a favore di Amatrice e tra un impegno professionale e l’altro riescono anche a ritagliarsi un po’ di tempo a Roma. Qui un amico della coppia scatta una foto in cui Lorenzo e l’attrice, seduti su una delle scalinate più belle della città, si appoggiano uno all’altra. “Tenersi per mano”, cinguetta lui su Instagram con tanto di cuoricino rosso, a commento dell’immagine.
Dopo aver messo fine alla relazione con il cantante Francesco Renga, dalla cui unione sono nati Jolanda, 12 anni, e Leonardo, 10 anni, l’Angiolini, al cinema con la pellicola “Al posto tuo”, è radiosa come non la si vedeva da tempo.