Kesha, lʼex bad girl è irriconoscibile

Sono lontani i tempi in cui Kesha faceva impazzire i fan con i brani dance-pop e il fisico da modella. A 30 anni eccola all’uscita di una Spa, anche se i trattamenti di benessere non sembrano averle giovato molto: capelli in disordine, pancia trattenuta a stento dagli shorts e viso gonfio.

C_2_fotogallery_3081443_upiFoto1F (1)

D’altra parte gli ultimi anni sono stati particolarmente tosti per lei. Nel 2014 è stata infatti ricoverata in clinica per disturbi alimentari e nello stesso anno ha accusato il suo produttore, Dr. Luke, di averla violentata perdendo però la causa. Il nuovo disco “Rainbow” – in uscita l’11 agosto – potrebbe rappresentare la sua rinascita e una motivazione in più per ritrovare la linea di un tempo.

“Mia figlia è stata morsa da un insetto misterioso e tutti i giorni mi prega di farla morire”

Scena strazianti e parole che lacerano il cuore. Ma sono dettate dal dolore, dall’esasperazione e dall’impotenza. Kirsty Keep è una ragazza bella e affascinante di soli 23 anni. Undici anni fa, la ragazza, originaria di Maidstone, in Inghilterra ha iniziato ad accusare continui sintomi di stanchezza estrema e dolore cronico dopo essere stata punta da un insetto misterioso.

kirsty-keep

Pian piano la sua vita è diventata un inferno e si è ammalata di un male che i medici non sono riusciti a decifrare: le sue condizioni di salute sono peggiorate, giorno dopo giorno, attimo dopo attimo ma, nell’ultimo periodo, la situazione è diventata quasi insopportabile, con la ragazza che chiede continuamente di morire, per terminare le sue sofferenze. Vorrebbe togliersi la vita con l’eutanasia in un centro specializzato in Svizzera ma per ora sua madre Theresa non ha ceduto alle richieste diperate di sua figlia. Anzi, vuole portarla in un centro in Germania per delle visite e test più approfonditi poichè non crede che si tratti della sindrome di Ehlers-Danlos (EDS), come ha timidamente azzardato qualche medico che ha visitato Kirsty.  Theresa, disperata, ha voluto condividere con tutto il mondo il dolore di sua figlia, filmandola sul letto dell’ospedale dove è ricoverata, mentre è attaccata all’ossigeno per respirare e si lamenta per colpa del dolore cronico che le sta rovinando la vita.

Francesca De Andrè: “Mio padre è una persona cattiva. Ecco perché”

“Mai, in 26 anni, ho ricevuto da mio padre una telefonata per sapere: hai bisogno di qualcosa? Per mio padre, io e i miei fratelli siamo stati solo un costo. Ho sempre avuto difficoltà a raccontare cosa fosse mio padre per me perché non volevo complicare la situazione della mia famiglia. Ho 26 anni, mio padre potrebbe tranquillamente non badare più al mio mantenimento, ma non pensa a mia madre?

francesca61

Ha cresciuto tre figli. Questa persona che dovrebbe essere mio padre mi ha creato traumi: non è solo inesistente, è deleteria”Francesca De Andrè torna negli studi di Domenica Live per raccontare il suo rapporto problematico con il padre Cristiano. “Mi ha mandato una lettera dell’avvocato per dirmi che vuole togliermi il mantenimento. A me preme mia madre, che non ha potuto lavorare per prendersi cura di tre figli e tu te lo dimentichi?”.
La risposta arriva in video da Cristiano De Andrè:
“Mio padre è stato un alcolista ma io ero bambino e capivo il suo male di vivere. Anche io ho fatto tante cavolate per anestetizzare il dolore ma nessuno ha avuto comprensione. Quando avevo 24 anni, un giudice mi ha tolto l’affidamento dei miei figli. Potevo vederli una volta ogni due settimane. Non c’è stato il tempo di dirgli chi ero. Carmen, la madre, li ha cresciuti a pane e veleno. Fino a prova contraria sono io che li mantengo”. “Lo definirei con una parola poco carina: para… e via dicendo – commenta Francesca – Non ha avuto l’affidamento perché non è stato considerato in grado. Mia madre è stata sempre superpredisposta a farcelo vedere, ma anche quella volta ogni due settimane, noi rimanevamo ad aspettarlo e lui non rispondeva nemmeno al telefono.Ho vissuto con lui per sei mesi e sono rimasta traumatizzata. Sono stata ricoverata, dopo quel periodo. Avevo attacchi di panico da ultimo stadio. Quando sono tornata, l’ho trovata a letto con una donna che non conoscevo e lui mi ha urlato in faccia che dovevo avvertire, perché ero un’ospite”. Ancora, “Dovevo adattarmi al suo stile di vita. Significa che se tornava a casa con amici, alle quattro di notte, mi sbatteva in strada perché non mi voleva intorno. E io mi trovavo con gente che provava anche a mettermi le mani addosso. Alla mia comunione ha riso in faccia a mia madre e le ha detto: ognuno ha quello che si merita. Queste cose le ho viste. Questa è una persona cattiva. Hai avuto un padre che beveva e ti lamenti, perché riproponi il peggio ai tuoi figli? L’unica cosa che gli interessa sono i soldi che escono per i figli”. In video, Cristiano De Andrè sottolinea una denuncia della madre dei suoi figli. “Mia madre non lo ha mai denunciato – replica Francesca – gli ha sempre solo chiesto: Fai il padre. Cosa c’è di sbagliato in questo?”.