Pamela Anderson nuda nel nuovo film “The People Garden”

A quasi 50 anni, Pamela Anderson stupisce ancora tutti. Nel trailer del nuovo film “The People Garden”, l’ex bagnina di “Baywatch” appare senza veli mostrando la sua bellezza statuaria che non teme il passare degli anni.

C_2_fotogallery_3005110_3_image

Nella pellicola interpreta Signe, una modella di intimo e sex symbol degli anni 90: un ruolo meta-cinematografico che gioca con il personaggio che si è cucita addosso negli anni.
Nel film, scritto e diretto da Nadia Litz e presentato al Festival di Toronto, una ragazza vola in Giappone per rompere con il suo fidanzato rockstar. Quando arriva, lui è scomparso, dopo essere stato visto l’ultima volta sul set di un video musicale in una foresta che nasconde un oscuro segreto.

Marilyn Monroe, la diva delle dive oggi avrebbe 90 anni

Era nata il 1 giugno del 1926 a Los Angeles e oggi avrebbe compiuto 90 anni. Ma il destino per Norma Jeane Mortenson, in arte Marilyn Monroe, ha deciso altrimenti. Attrice, cantante, modella e persino produttrice cinematografica, ma soprattutto diva senza tempo, Marilyn morì il 5 agosto del 1962 e la sua morte ancora oggi è avvolta nel mistero.Segnata da un’infanzia difficile, passata in gran parte ospite di case-famiglia, la Monroe cominciò a lavorare come modella, prima di firmare il suo primo contratto cinematografico nel 1946.

scarlettjohansson-800x540

Nel 1950 “Giungla d’asfalto” e “Eva contro Eva” furono i suoi primi successi di pubblico e negli anni successivi le sue interpretazioni in “Niagara” e “Gli uomini preferiscono le bionde” (1953) vennero apprezzate anche dalla critica. La consacrazione arrivò con le commedie “Come sposare un milionario”, “Quando la moglie è in vacanza” e “A qualcuno piace caldo”, che le valse un Golden Globe nel 1959.
La Monroe nel 1999 è stata inserita dall’American Film Institute al sesto posto nella classifica delle più grandi star femminili di tutti i tempi ed è considerata da molti la prima vera sex symbol, oltre che icona della cultura pop per eccellenza.
Nella sua breve ma intensa vita ebbe diversi amanti, veri o presunti che siano stati, da Frank Sinatra a John F. Kennedy, passando per Marlon Brandon e fu sposata con Arthur Miller dal ’56 al ’61, con Joe DiMaggio dal ’54 al ’55 e prima ancora con James Dougherty dal ’42 al ’46.
Dopo essere stata licenziata dalla 20th Century Fox a causa delle sue continue assenze dal set Marilyn cerca di rimettersi in carreggiata, firma un altro contratto ma tra la notte del 4 e il 5 agosto viene trovata morta nella sua camera da letto.Moltissimi gli appuntamenti per celebrare l’anniversario della nascita della star, tra cui quello a Palazzo Madama a Torino, che le dedica una mostra fino al 19 settembre, “Marilyn Monroe, la donna oltre il mito”, un viaggio attraverso il lato più intimo della diva. In esposizione oggetti di scena, spezzoni di film, abiti, accessori, scatti di leggendari fotografi come Milton Green e Bernt Stern, e ancora i suoi cosmetici, i bigodini, gli appunti. Un’incursione nel mondo privato di Marilyn, per cercare di capire e scoprire chi c’era veramente dietro l’icona simbolo, che ancora oggi vive nella memoria di tutti.

Corona, fine di un sex symbol: tra botox e denti rifatti sembra la sua ex Nina Moric

C’è chi lo ama e chi lo odia, chi lo difende e chi lo accusa ma una cosa è certa: Fabrizio Corona ha sempre avuto (almeno fino ad oggi) il fascino del bello e dannato. E ora, che fine ha fatto il Corona sex symbol?

tatuaggi-di-fabrizio-corona-il-sole-sulla-spalla

Il fidanzato di Belen che faceva ribollire le vene delle signore davanti alle foto pubblicate sui settimanali patinati? Come dimentare gli scatti hot alle Maldive con la signora Rodriguez…L’apparizione di Fabrizio al Maurizio Costanzo show ha lasciato senza parole il popolo femminile del web. Ma che si è fatto Corona in faccia? Pelle liscia e lucida, zigmi arrossati, dentatura bianca ed esageratamente perfetta che neanche Jim Carrey in The Mask. Corona appare ritoccato più delle sue foto.
«Mica si sarà fatto il botulino?» Il giallo si insinua nel web. Non è che a forza di frequentare star e starlette Fabrizio si è fatto contagiare dalla plastica mania?
E poi rispunta quella notizia (che in tante avrebbero voluto dimenticare) pubblicata da Novella 2000: il chirurgo delle star Giacomo Urtis, conosciuto ai tempi della “scuderia Mora”, che tra creme, trattamenti di bellezza e iniezioni di botulino ha voluto riportare il viso di Corona alle condizioni precedenti l’entrata al carcere di Opera. «Il suo volto infatti – a detta del chirurgo – appariva troppo stirato, stressato, segnato psicologicamente».
Ma allora è tutto vero? Non erano le luci dello studio? Corona sta facendo a gara con la sua ex moglie Nina Moric? Ragazze, mettetivi l’anima in pace, non esistono più i sex symbol di una volta.

Giuliana De Sio, un debole per gli uomini… più giovani

La coppia che non ti aspetti passeggia per Roma e cena in un ristorante giapponese. Complicità e intimità alle stelle, teneri abbracci, sguardi e sussurri alle orecchie. Loro sono l’attrice Giuliana De Sio 59 anni e Michele Morrone, 25, ballerino e sex symbol.

C_2_articolo_3004467_upiImagepp

Ambedue “fidanzati” e abbastanza schivi, che però Diva e Donna ha pizzicato nella notte romana in atteggiamenti più che confidenziali e sicuramente equivochi. Bello e muscoloso lui, attore rivelazione di Ballando con le stelle, bella, famosa e con ben 34 anni in più, lei, legata, a quanto pare, ad un altro “giovane”, tale Mario De Felice, ex corteggiatore di Uomini e donne, suo ex allievo di un corso di recitazione, 21 anni in meno. Anche Michele Morrone non sarebbe single, bensì fidanzatissimo con una donna di origine libanese che si chiama Rabia e disegna abiti per una casa di moda. A questo punto le cose si complicano. Sbandata di una sera, tenera amicizia o qualcosa di più?

Festival di Sanremo domani al via tra incicenti e polemiche. Garko: “io gay? Sex symbol per tutti”

Virginia Raffaele ironizza: «Madalina è talmente bella che se passa la Cirinnà le chiedo di sposarmi». «Accetto», sorride la statuaria bellezza di Youth. Gabriel Garko spiazza: «Io icona gay? So di essere un sex symbol, va bene piacere anche agli uomini». Il direttore di Rai1 Giancarlo Leone frena:«Il dibattito parlamentare non risentirà della presenza di Elton John».

likmjnhbgf

E Carlo Conti ricorda che Sir Elton «negli anni ’90 venne all’Ariston con RuPaul. Non ci scandalizzammo allora, non ci scandalizzeremo oggi».  Benvenuti a Sanremo: sullo specchio del Paese che canta e che si spacca sulla stepchild adoption piomba l’attualità delle unioni civili, complici le fibrillazioni nella maggioranza, con il ddl Cirinnà atteso alla prova del voto in Senato, e le polemiche preventive sulla presenza del cantante e songwriter inglese che domani all’Ariston potrebbe arrivare accompagnato dal marito David Furnish, con cui ha due figli, e toccare temi a lui cari come i diritti delle coppie gay. «No a un comizio a favore dell’omogenitorialità», avverte Massimo Gandolfini, presidente del Comitato Difendiamo i nostri figli, rilanciando in una lettera aperta ai vertici Rai l’affondo di qualche giorno fa di Maurizio Gasparri. «Chiediamo fermamente – sottolinea – che ci si limiti alla sua performance canora, evitando accuratamente che si trasformi in uno spot pubblicitario delle cosiddette famiglie arcobaleno».  «Ormai siamo all’overdose, al bombardamento mediatico», tuona Carlo Giovanardi, in prima linea contro il ddl Cirinnà. «Se Elton John va lì a cantare la sua canzone bene. Non c’è problema. Ma se andasse lì a lanciare appelli sarebbe davvero scandaloso«. Sulla stessa linea Matteo Salvini:«Elton John non deve parlare dal palco di coppie gay. È un cantante, che canti e non faccia politica». «Abbiamo invitato il cantante in tempi non sospetti, non credo che il dibattito nell’aula parlamentare risentirà della sua presenza», prova ad alleggerire i toni Leone. «Lo abbiamo chiamato a settembre per cantare, poi vedremo in diretta che succederà», chiosa Conti, dribblando la polemica. Ma dal Pd Michele Anzaldi apre un altro fronte, stigmatizzando – intervistato dal sito della Stampa – la vetrina assicurata a Garko, protagonista di «due prodotti del principale competitor privato», la fiction di Canale 5 Non è stato mio figlio, «congelata ad ottobre per essere programmata dopo il Festival di Sanremo», e il nuovo film di Paolo Genovese, Perfetti sconosciuti, prodotto da Medusa. Non solo mister Rocket Man, che arriverà a Sanremo solo domani, blindatissimo.  Sul palco ci sarà anche Laura Pausini, che si è spesa in più di un’occasione a favore delle unioni civili. E a un festival tacciato da alcuni di essere “gay friendly” si preparano a partecipare anche icone “trasversali” come Patty Pravo e Renato Zero. Toccherà al “mediano” Carlo Conti tenere il gioco in equilibrio. Di discriminazioni, a partire da quelle legate al colore della pelle, parla poi N.E.G.R.A., il brano che Cecile, 21 anni e mamma camerunense, propone in gara tra le Nuove Proposte e che sarebbe stato purgato dei versi con i riferimenti a «negri e omosessuali». Ma il produttore dell’artista, Lorenzo Lombardi Dallamano, precisa: «Nessuna censura del testo da parte della Rai. Abbiamo semplicemente tagliato la canzone per farla rientrare nella durata dei tre minuti previsti dal regolamento. Le frasi eliminate sono state scelte solo ed esclusivamente per una questione di metrica, una per strofa, prediligendo lo scorrimento totale del brano».

Selvaggia Lucarelli contro Sanremo: “Non è mica il Bello delle donne”

Il Festival di Sanremo è alle porte, ma Selvaggia Lucarelli non sembra essere troppo d’accordo con le scelte fatte da Carlo Conti. Fra le new entry spicca Gabriel Garko: “Caro Carlo Conti – scrive la Lucarelli – bisogna che io e te facciamo due chiacchiere perché Sanremo arriva una volta l’anno come un cambio di tono della Boschi e ci si lavora nove mesi come per un lifting della Izzo, per cui di fronte al programma annunciato non posso tacere.

20160114_selvaggia-lucarelli-contro-sanremo

Non posso non esprimere il mio disappunto che poi è quello di tutte le donne deluse e amareggiate per questa veste spudoratamente gay friendly che hai dato al Festival di Sanremo. Perché va bene una strizzatina d’occhio, va bene accontentare i gusti omo, va bene invitare qualche ospite che sa stendere l’ombretto meglio di me, va bene puntare su gruppi d’ascolto da casa in cui all’apparizione del primo cantante hipster delle nuove proposte tutti vanno a vedere se il tizio è su Grinder, ma qui si esagera. Ci saremmo anche noi donne da accontentare e invece ci dovremo adeguare al gioco di quest’anno che non sarà, come sempre, dare il voto alle canzoni, ma capire tra ospiti e cantanti chi sia gay, chi cripto-gay, chi icona gay, chi gay che si finge etero e così via. Dimmi se sbaglio. Dunque, tra i cantanti in gara e i super ospiti mi hai piazzato Laura Pausini e Patty Pravo che nel mondo “icone gay” sono seconde solo a Madonna. I gay alla Pausini perdonano i jeans elasticizzati su coscia importante e alla Pravo la “Pazza idea” di tirarsi come la pasta per la pizza, se non è amore questo. Come se non bastasse hai aggiunto Arisa (amatissima dal mondo omosessuale) e Cristina D’Avena, altra icona gay, una che quando canta “Memole” al Gay village vestita da fatina fa sciogliere il mascara pure al bear col piercing sul capezzolo. Quindi hai deciso di passare a scelte più testosteroniche e hai invitato Renato Zero come super ospite, uno che da qualche decennio racconta di amare le donne e per carità, io gli credo pure come credo che pancione a punta voglia dire figlio maschio e che Formigoni si pagasse le vacanze, ma diciamo che tra lui e Ryan Gosling continua a farmi più sangue Ryan Gosling. Sarà esterofilia, che ti devo dire. Poi, siccome Renato Zero non ti sembrava abbastanza, hai deciso di innaffiarci l’ormone con un altro concentrato di mascolinità: Valerio Scanu. Uno a cui Chiambretti ha domandato “Ti piacciono gli uomini o le donne?” e ha risposto “Mi piacciono i cani” che voglio dire, non sarà gay, ma per sua ammissione è comunque uno che porterebbe al cinema più volentieri un pastore tedesco che una donna. Io te lo dico Carlo. Qui è roba da rimpiangere l’ormone doc extravergine con spremitura a freddo di Albano Carrisi che siamo onesti, sarà un po’ ruspante, sarà ruvido come il tronco di un ulivo di Cellino, ma ha sempre avuto l’aria del maschio che la sera, prima di addormentarsi, la sora Romina la faceva cantare molto meglio che nel Ballo del quaqua. Mi dirai che c’è Morgan, uno della cui eterosessualità per amor del cielo, non si può dubitare, peccato che se si fuma qualcosa sia probabile che non distingua una donna da una stufa a gas. Sì, lo so cosa stai pensando. Lo so che ritieni di avere l’asso nella manica. Lo so che stai per dire: “Sul palco ci sarà il sex symbol dei sex symbol Gabriel Garko e voi donne vi lamentate?” ma suvvia Carlo, uno che diventa famoso grazie a una fiction che si intitola “Il bello delle donne”, mica degli uomini, qualche dubbio me l’ha messo addosso fin da subito. Aggiungi che non ha una fidanzata dal cretaceo ma continua a sostenere di avere fidanzate che evidentemente conserva in botti di rovere come il passito e io direi che il suo unico coming out che potrebbe sorprenderci è “E va bene, lo ammetto: non sono un attore”. Naturalmente, come se averci mortificato l’ormone non bastasse, hai mortificato anche la nostra autostima piazzando sul palco pure Madalina Ghenea, la classica ragazza della porta accanto se sul tuo pianerottolo di casa c’è la sede della Elite Model. Una ragazza semplice, Madalina, l’unica romena che perfino Salvini ospiterebbe a casa sua. Una che insieme a Virginia Raffaele va ad accontentare l’altra fetta di pubblico maschile, quello eterosessuale. Noi donne, nel frattempo, dovremo fare sogni erotici con Rocco Hunt, vedi tu. Comunque, caro Carlo, un merito te lo devo riconoscere. Mentre in Parlamento sono ancora lì a capire cosa fare di unioni civili e matrimoni gay, tu hai già attuato le tue riforme. A Sanremo, quest’anno, ci sono più gay che garofani, per cui è evidente che a questo paese resta solo una soluzione: nel 2017, toglierti da Sanremo e metterti al posto di Alfano”.

Johnny Depp e Amber Heard presto genitori?

I flash dei paparazzi sul red carpet del Palm Springs International Film Festival hanno indugiato non poco sulla bella Amber Heard, anzi sulle sue lievi rotondità sospette. La bella e giovane moglie di Johnny Depp, 29 anni, 23 meno del marito, potrebbe infatti essere una delle neo mammine vip del nuovo anno.

C_4_foto_1435081_image

Intanto però i due si tengono per mano, si abbracciano e si baciano a fugare ogni dubbio su una loro possibile crisi a soli 10 mesi dalle nozze. I due infatti, che stanno insieme dal 2011, ma sono diventati marito e moglie solo nel febbraio del 2015, hanno già alimentato parecchi rumors, nelle ultime settimane, su dissapori e litigi in corso.
Per l’attore, 51 anni, si tratta già del secondo matrimonio. Depp è stato sposato dal 1983 al 1986 con la make up artist Lori Allison. Il divo ha due figli, Lily-Rose, di 15 anni, e Jack, di 12, entrambi avuti dalla precedente relazione con l’attrice e cantante Vanessa Paradis, che è stata sua compagna per 14 anni fino al giugno del 2012, quando è arrivata la rottura definitiva.
Per la Heard, invece, si tratta del primo matrimonio. E si tratterebbe anche del primo figlio. Così mentre Johnny cerca di dimagrire e tornare il sex symbol che era, la sexy Amber potrebbe è libera di ingrassare… per una giusta causa naturalmente!

Luca Argentero, la nuova compagna Cristina Marino è una bomba social

Non ha più la fede al dito lui, lei pubblica il post con le loro mani che si incrociano. Addio Myriam Catania, ora Luca Argentero ha una nuova compagna: Cristina Marino. Lei è una sex bomb e sul suo profilo social mostra le sue qualità e il suo fisico perfetto. Il colpo di fulmine tra i due è scattato sul set di “Vacanze ai Caraibi”.

C_4_foto_1433076_image

Lui, sex symbol, 37 anni, di cui 11 con Miriam Catania. Lei, 24, studentessa e attrice per vocazione. Si sono conosciuti sul set di un cinepanettone e da allora non si sono più mollati, bruciando tutte le tappe. Vivono nello stesso appartamento a Roma e il settimanale Chi li ha pizzicati mentre entrano ed escono di casa. Che il matrimonio tra Luca Argentero e Myriam Catania stesse attraversando un periodo ‘particolare’ era cosa nota già da tempo. Lei, infatti, non si faceva remore a baciare e flirtare con i suoi amici in pubblico, mentre al marito non restava che fare buon viso a cattivo gioco. “Non puoi contenere il Gange in un bicchiere” commentava qualche tempo fa l’attore a proposito dei comportamenti disinvolti della moglie.

Miley Cyrus, testa a posto dopo gli scandali: “È innamorata di Jared Leto”

Sembra proprio che la turbolenta Miley Cyrus stia mettendo la testa a posto. Sul palco continua a dare scandalo con le sue esibizioni che rasentano il porno, ma nella sua vita sentimentale è entrato da tempo Jared Leto, sex symbol dei “Thirty Seconds to Mars”.

cyrus-leto

I due, come scrive “HollywoodLife.com” già si frequentano (senza impegno) ma ora starebbe nascendo l’amore, come ha raccontato una fonte vicina alla coppia: “Hanno ben più di una semplice intesa fisica, sono sulla stessa lunghezza d’onda su più fronti – riporta Lapresse – Amano parlare di politica, arte, spiritualità e nel campo della sessualità non c’è nessun tabù. Adorano parlare insieme. Si prendono davvero cura l’uno dell’altra – conclude la fonte – e quando sono lontani si tengono in stretto contatto attraverso messaggini continui. Cercano di vedersi appena possono e trascorrono insieme tutto il loro tempo libero”.

Lele Mora: “Corona? Non gli tira, pieno di Viagra. Belen non gliela diede, lui andò in tv gonfio…”

“Corona? Ha qualche santo in tribunale, se io faccio la pipì fuori dal vaso allago l’Italia e lui invece… Aveva 14 anni da scontare, e allora o ha un bravissimo avvocato o ha qualche giudice in paradiso.

mora_corona_ape

Poi per lui si sono mossi tutti, da Celentano in giù”.
Un Lele Mora scatenato a “La Zanzara ” su “Radio24” contro Fabrizio Corona: “Corona – ha fatto sapere – dovrebbe farsi qualche punturina in meno di botulino.Tra l’altro ha pure cambiato chirurgo, che non è più Urtis ma un certo Dario Bertossi”. “Lui non ha più il tiraggio di una volta, gli tirava col viagra, adesso non gli tira più e fa le serate. Lui è un sex symbol e di solito i sex symbol trombano: e allora faceva un uso smodato di viagra. Pensate che una sera si è sbagliato perché si doveva scopare una sua ex, la Rodriguez, lei non gliel’ha data e lui si è presentato in una trasmissione con un coso tutto gonfio e non so cosa sia successo”.

Tra di loro solo baci: “Non abbiamo mai fatto sesso. Solo coccole, carezze e baci. Con la lingua, certo. E sennò come?”.