Guendalina Canessa: “Mi trasferisco”. Poi la frecciatina: “Allontanato energie negative”

MILANO – “È stata un’estate incredibile”. Guendalina Canessa annuncia il trasferimento a Bologna con il fidanzato Pietro Aradori: “ho viaggiato, conosciuto un sacco di persone – ha scritto sul social – ho ritrovato l’amore della mia vita”.

21314655_341530626270583_6409056149362514440_n (1)

Il post non manca una frecciatina alle persone della sua vita passata: “Ho allontanato energie negative del passato, e grazie a una persona speciale che poi vi dirò abbiamo trovato la casa dei nostri sogni a Bologna?????? in più sto guardando la partita della nazionale di basket con un @pietroaradori4 Sensazionale!!! Che grinta, che cuore, che talento!! Scusate ma non trattengo la mia felicità ???? #chiedimisesonofelice”.

Ariana Grande, un talento… pericoloso: alla conquista del mondo con “Dangerous Woman”

E’ uscito “Dangerous Woman”, nuovo album di Ariana Grande, stella pop italo americana. Nell’album, composto da 11 canzoni, figurano i featuring di Lil Wayne, Nicki Minaj, Macy Gray e Future. Incoronata qualche giorno fa con l’appellativo di “Diva” da Billboard, la Grande sarà protagonista in Italia il 6 giugno, come ospite all’Arena di Verona per i Wind Music Awards, dove presenterà il nuovo singolo “Into You”.

13256145_1735514373330140_5178130186842061385_n

L’album arriva sulla scia del singolo di lancio, la title track, che in Italia è stato certificato Oro dopo aver raggiunto la vetta delle classifiche americane mentre il video ha raccolto oltre 103 milioni di visualizzazioni.Talento multiforme, Ariana Grande è diventata famosa come attrice di due sitcom di Nickleodeon, “Victorious” e “Sam & Cat”. Ma se quella è stata la rampa di lancio, una volta imboccata la strada della musica il suo percorso è stato inarrestabile. L’album “My Everything” ha venduto oltre 5 milioni di copie nel mondo, mentre Spotify l’ha certificata, insieme a Rihanna, come personaggio femminile più influente del momento nella musica e nella cultura: Ariana è l’artista più ascoltata in Italia seguita a ruota da Rihanna mentre a livello globale le posizioni si invertono lasciando in ogni caso Beyoncè al 3° posto).
E che capacità recitativa si mescoli a grande vocalità lo dimostra anche una sua recente partecipazione al Saturday Night Live dove, con grande ironia, ha imitato alla perfezione mostri sacri come Celine Dion, Britney Spears, Rihanna, Shakira e Whitney Houston.

Harrison Ford: “Mia figlia è malata. È devastante, ci dissero che era solo emicrania”

Temerario e affascinante sul grande schermo, tenero papà nella vita privata. Harrison Ford sarà per tutti l’eroico Indiana Jones, ma non può nulla contro la malattia della figlia. Georgia, nata dalla seconda moglie Melissa Mathison, ha 26 anni e soffre di epilessia.

Premiere a Los Angeles di "Paranoia"

L’attore è stato ospite di una serata di gala organizzata da “Find a Cure for Epilepsy and Seizures (FACES)” e in un’ntervista al New York Daily News Confidential ha raccontato il suo piccolo dramma. “È venuta con me per ringraziare il FACES. Ammiro molte cose di lei, la sua perseveranza, il suo talento, la sua forza. Lei è il mio eroe, la amo. Quando una persona cara soffre di questa malattia, può essere devastante. Sai che l’epilessia influenzerà la sua vita, il suo futuro, le sue opportunità e vuoi disperatamente trovare un modo per darle sollievo. Vuoi trovare il mezzo che le permetta di vivere una vita tranquilla DIAGNOSI SBAGLIATA L’attore racconta quando la malattia si è manifestata per la prima volta: “In principio le diagnosticarono un’emicrania”. Georgia era ancora una bambina e si era fermata a dormire a casa di un’amica. “Pochi anni più tardi ha avuto un altro violento attacco. Si trovava su una spiaggia a Malibu. Per fortuna un regista di Hollywood la trovò. Così mi sono detto ‘Sono a Los Angeles, abbiamo alcuni dei migliori dottori del mondo, devono pur sapere cosa c’è che non va in lei’, ma nessuno diagnosticò l’epilessia”. Solo durante l’università un medico è riuscito a capire cosa avesse e a darle la possibilità di ricevere le cure necessarie. Harrison Ford ha concluso il suo discorso ringraziando il dottor Orinn Davinsky.

Regala un album di scatti hot al marito, ecco la reazione dell’uomo

La moglie regala al marito un album di sue foto hot, in cui appare perfetta, senza smagliature, imperfezioni e buccia d’arancia. Solo sensuale per il suo uomo. La reazione del marito? Scrive una mail alla fotografa che ha scattato quelle foto. Per dirle, senza timore, “quando ho aperto l’album il mio cuore è affondato. Queste foto sono sicuramente belle e fatte da una fotografa di grande talento… ma non sono mia moglie. Hai fatto sparire ogni suo difetto”.

20151017_109112_sposa_bouque

E’ la storia raccontata su Facebook dalla fotografa texana Victoria Caroline , specializzata in immagini di donne nel boudoir: “Tutto è iniziato quando una donna sui 45 anni ha prenotato una servizio in un hotel nel centro di San Antonio (Texas, ndr); era morbida e sinuosa – si legge – pensai che sembrava una dea ma, come la maggior parte delle donne, aveva una richiesta molto precisa”.  “Venne da me – continua la fotografa – mi guardò dritto negli occhi e disse ‘vorrei che tu photoshoppassi tutta la mia cellulite, le mie smagliature, il mio grasso e tutte le mie rughe… voglio sentirmi stupenda almeno una volta’. E così ho fatto”. Poi, aggiunge, “lei ha regalato al marito un album con una 30ina di immagini. Tre giorni dopo, ricevo questa e-mail”. Che Victoria Caroline riporta sulla sua pagina Facebook.  “Ciao Victoria, sono il marito di ********. Ti scrivo perché di recente ho ricevuto un album con una serie di foto di mia moglie. Non voglio che tu pensi che io sia in qualche modo arrabbiato con te ma ho alcuni spunti di riflessione da lasciarti”.  “Sto con mia moglie da quando avevamo 18 anni e abbiamo due bellissimi bambini. Abbiamo avuto molti alti e bassi nel corso degli anni, e credo che… beh, SO che mia moglie ha fatto queste foto per me. A volte – scrive l’uomo – si lamenta pensando che forse non io non la trovi più attraente, che non mi darebbe la colpa se mai trovassi qualcuna più giovane di lei”.  Ma, prosegue il marito nella lettera, “quando ho aperto l’album che mi ha dato il mio cuore è affondato. Sono foto sicuramente belle e chiaramente fatte da un fotografo di grande talento… ma non sono mia moglie. Hai fatto sparire ogni suo difetto e, mentre sono certo che sia esattamente quello che ti ha chiesto di fare, questa scelta ha portato via tutto ciò che costituisce la nostra vita”.  “Quando hai cancellato le sue smagliature, hai fatto sparire la documentazione dei miei figli. Quando hai tolto le sue rughe, hai portato via più di 20 anni delle nostre risate e delle nostre preoccupazioni. Quando hai eliminato la cellulite, hai portato via il suo amore per la cucina e tutte le chicche che abbiamo mangiato nel corso degli anni”.  “Non ti sto dicendo tutto questo per farti sentire orribile, stavi solo facendo il tuo lavoro. Ti scrivo effettivamente per ringraziarti. Vedendo queste immagini mi hai fatto capire quanto io, onestamente, non dica abbastanza a mia moglie quanto la amo e la adoro proprio per come è”. Poi l’uomo conclude: “Per il resto dei miei giorni, ho intenzione di celebrarla in tutta la sua imperfezione. Grazie per il promemoria. Saluti”. Anna Magnani sarebbe assolutamente d’accordo.

Luca Barbareschi, addio politica. “Belen? criticata solo da sciacquette, mi piace ci fidanzerei”

“Non farò mai più politica nella mia vita. Ho il marchio dell’infamia di non averla fatta a sinistra, in quel caso sarei l’eroe nazionale per le mie leggi. E difende Belen: Mi sarei fidanzato volentieri con lei, mi piace da pazzi. Quelle che la criticano sono una valanga di sciacquette raccomandate e non hanno un quarto del suo talento”.Un Luca Barbareschi senza freni nel programma “I Radioattivi” su Radio Club 91: “ Non farò mai più politica nella mia vita. Ho il marchio dell’infamia di non aver fatto politica a sinistra perché se l’avessi fatto a sinistra sarei l’eroe nazionale per quello che ho fatto: la legge sulla pedofilia, la legge sul Tax credit che ha concesso 180 milioni di euro al cinema italiano, e altre. Ma averlo fatto a destra è stato come avere una malattia infettiva.

barbareschi-belen-rodriguez

Detto questo sono orgoglioso di quello che ho fatto ma ho capito che la strana commistione tra creatività e potere è inconciliabile: o sei un uomo di potere puoi fare politica ma io amo mettermi la parrucca in testa e fare il clown. Renzi? E’ l’unico che ha il coraggio di fare il rinnovamento italiano. Ma non c’è più destra e sinistra. Siamo sequestrati dalla burocrazia di burocrati”.
Un accenno anche al famoso servizio de “Le Iene” (“Le iene ? Non farei mai quel programma mi piace la provocazione alla pari. Non è una trasmissione giornalistica e quando la goliardia pretende di essere inchiesta tanto rispetto alla Gabanelli, tanto discredito alle Iene”) e si lascia andare a commenti su Belen: “Mi sarei fidanzato volentieri con Belen mi è simpatica e canta e si muove benissimo. Quelle che la criticano sono una valanga sciacquette raccomandate e iper amate dalla critica e non hanno un quarto del suo talento. Mi piace da pazzi”