Salta dal balcone sul tappeto elastico: la bravata finisce molto male

Che potesse finire così, lo doveva mettere in conto: quella che stava preparando non era un’impresa epica, ma semplicemente uno dei quei momenti tragicomici che, in breve tempo, ha fatto il giro del mondo rimbalzando da profilo in profilo sui social.

hqdefault (15)

Come si vede nelle immagini registrate da un gruppo di amici che volevano documentare il momento, una ragazza si lancia da un balcone del secondo piano: ad attenderla, per attutire la caduta, un tappeto elastico. Ma il balzo non ha l’epilogo che, almeno lei, si aspettava: dopo aver rimbalzato con violenza, la ragazza si ritrova scaraventata a gambe all’aria sull’erba. Gli amici le chiedono se sta bene, mentre lei continua a contorcersi dal dolore dopo aver sbattuto la faccia a terra. «No, non sta bene» commenta uno dei ragazzi che hanno ripreso la scena. A quel punto le immagini si interrompono e la giovane viene soccorsa. Il video, presumibilmente girato negli Stati Uniti, è stato pubblicato on line e ha già fatto il giro del mondo.

Un passante le tocca il sedere, lei lo manda al tappeto con un pugno

Una donna con la quale non bisogna scherzare più di tanto, senza dubbio. Un simpatico filmato ci arriva dal Marocco: le telecamere di sorveglianza installate per le strade di Inezgane hanno immortalato una scena esilarante.

image

Un uomo tocca il sedere ad una donna ‘in carne’: lei la prende malissimo e gli assesta un pugno che lo manda al tappeto dopo una rocambolesca e goffa caduta. Sicuramente l’uomo la prossima volta ci penserà un po’ di più, prima di dare sfogo ai suoi bollenti spiriti.

A Roma è tutta questione di… mutande

A vivacizzare i ripetitivi red carpet del Roma Film Festival, ci hanno pensato quest’anno due attrici poco note: Zaina Dridi e Samantha Capitoni.

Roma festa del cinema di roma

Entrambe vittima del vento dispettoso, entrambe con abiti blu dallo spacco vertiginoso, entrambe hanno mostrato sul tappeto rosso l’intimo che, per fortuna, avevano indossato. Quando si dice “rimanere in mutande”! Sorrisi e leggero imbarazzo per le due, che tutto sommato hanno portato a casa un notevole spazio sui media.

Festa-del-Cinema-di-Roma-Zaina-Dridi-Samantha-Capitoni-Maylin-Aguirre

La prima in ordine temporale è stata Samantha Capitoni, al braccio di Beppe Convertini: ha sfilato sul prestigioso tappeto con un abito blu Cina dal corpetto già molto esplicito che faceva intravedere il décolleté strizzato.

Festa-del-Cinema-di-Roma-Zaina-Dridi-4

Capelli corti e falcata decisa, l’attrice è stata tradita da un movimento affrettato, fatto per non rischiare di inciampare sulla stoffa. L’apertura frontale ha mostrato ben più che lo slip raffinato con decorazioni floreali in nero, rivelando in trasparenza una depilazione integrale. Non è stata da meno l’ex miss Tunisia Zaina Dridi, che ha indossato un vestito color acquamarina dalla stoffa impalpabile che non ha retto alle folate serali capitoline. Socchiuso a mò di vestaglia, ma con uno scampolo frontale strategicamente piazzato, l’abito ha scoperto le lunghissime gambe della Dridi, concedendo ampi e ripetuti scorci sul tanga color carne. Ma per due che hanno mostrato le mutande, c’è stata anche quella che non se l’è messe: è stata la modella cubana Maylin Aguirre, che ha solcato il red carpet con una creazione velata Gioffrè Fashion. Stando ben attenta a mostrare il profilo, Maylin ha dimostrato ampiamente di non essere dotata di biancheria intima, né sopra né sotto.